De Raffaele: “In queste condizioni credo sia difficile provare a competere”

De Raffaele: “In queste condizioni credo sia difficile provare a competere”

Reyer Venezia ancora in grave emergenza: ancora fuori, Tonut, De Nicolao, Cerella, D'Ercole e Vidmar. Uno tra Watt e Mazzola potrebbe recuperare per il back to back con Bourg in EuroCup, mentre anche Austin Daye ha un problema al ginocchio.

Le parole di Walter De Raffaele nelle consueta videoconferenza del venerdì:

“Sono giorni molto strani perché abbiamo pochissimi giocatori a disposizione, tra le varie assenze si è aggiunta anche quella di Austin Daye per un problema al ginocchio. Abbiamo alternato una parte fisico-atletica e una tecnica che però è stata fatta con tanti giovanissimi visto le tante defezioni. Aspettiamo le notizie dei prossimi tamponi per vedere chi potremo recuperare. La situazione, sportivamente parlando, è molto complicata e difficile. Onestamente in queste condizioni di roster facciamo fatica a presentare una squadra competitiva per i prossimi impegni perché comunque stiamo recuperando due giocatori da infortuni importanti (Mitchell Watt e Valerio Mazzola) e forse uno dei due sarà disponibile. Dopo abbiamo il gruppo di giocatori che sta tirando la carretta da tempo e in questo contesto, come detto, c’è un piccolo problema al ginocchio di Daye (sempre per il vecchio scontro avuto in allenamento con Vidmar) che certamente recupereremo, ma che ha portato in passato lo stesso giocatore a disputare alcune partite senza allenarsi. Gli altri cinque giocatori non sono ancora disponibili, faranno i tamponi nella giornata di domenica e lunedì avremo le risposte. Se ci sarà una negativizzazione, avranno poi la visita di idoneità sportiva martedì e, in teoria, potranno presentarsi poi mercoledì e giovedì alle partite di EuroCup. Probabilmente con i francesi, e forse anche con Trento, saremo gli stessi di Milano. Ripeto, in queste condizioni, per me e per tutta la squadra credo sia difficile provare a competere. Atleti che stanno fermi per oltre venti giorni, impiegano come minimo due settimane per tornare in una condizione accettabile. Sono davvero molto preoccupato per la situazione, nel complesso un vero problema, in particolar modo per l’EuroCup dove le partite da giocare sono decisive”.

Commenta