Darral Willis è pronto ad aiutare la Germani Brescia: “Sono un lottatore”

Darral Willis è pronto ad aiutare la Germani Brescia: “Sono un lottatore”

La sede operativa di Pallacanestro Brescia ha accolto la presentazione ufficiale di Darral Willis, il nuovo acquisto di casa Germani introdotto alla stampa a pochi giorni dal suo arrivo in città

La sede operativa di Pallacanestro Brescia ha accolto la presentazione ufficiale di Darral Willis, il nuovo acquisto di casa Germani introdotto alla stampa a pochi giorni dal suo arrivo in città. La conferenza stampa ha rappresentato anche l’occasione per annunciare in via ufficiale la partnership siglata con l’azienda Geiger Italia Srl, che da questa stagione riveste il ruolo di Silver Sponsor, rappresentata dall’Amministratore Delegato, il Dr. Felix Seelmann.

A fare gli onori di casa è il presidente Graziella Bragaglio: “Diamo il benvenuto al nostro nuovo giocatore, Darral Willis, e al Dr. Seelmann di Geiger, azienda tedesca con sede nella nostra provincia che ha preso parte a un progetto importante come quello di Pallacanestro Brescia”.

“La vittoria ottenuta sabato scorso contro una squadra impostata per stare ai piani alti della classifica ci permette di trascorrere un lunedì pieno di energia, che si sposa bene con la presentazione del nostro nuovo giocatore – prosegue il massimo dirigente di Pallacanestro Brescia -. Penso possa dare molto alla nostra squadra: mi auguro di vederlo sul parquet con la voglia che ha sempre dimostrato, sperando che sia il valore aggiunto di cui la squadra ha bisogno in questo momento. Desidero mandare un saluto a TJ Cline, augurandogli il meglio con l’esperienza a Tel Aviv e ringraziandolo per il supporto dato alla squadra”.

La parola passa al Dr. Felix Seelmann, che traccia i connotati dell’azienda Geiger Italia Srl e racconta quali motivazioni intrinseche abbiano spinto l’impresa a supportare la causa di Pallacanestro Brescia: “La nostra è una società tedesca che si occupa di smaltimento di rifiuti industriali: lavoriamo da 20 anni sul territorio bresciano, in collaborazione con aziende importanti come A2A, e abbiamo aderito a questo progetto perché questo è uno sport che riteniamo pulito, con caratteristiche importanti rispetto ad altri: è uno sport di squadra, dove conta molto la volontà che ognuno ci mette. Speriamo che questo nuovo arrivo in squadra inverta il percorso che fino ad ora è stato molto travagliato”.

A Sandro Santoro, direttore generale di Pallacanestro Brescia, il compito di introdurre i dettagli dell’operazione-Willis e presentare il profilo tecnico del giocatore: “Darral è un giocatore duttile, che ha la capacità di ricoprire due ruoli, quelli di ala grande e di centro, e si avvicina molto all’idea di pallacanestro del nostro coach. Questo potrà darci risultati positivi, considerato anche che l’imminente rientro di Christian Burns creerà un interessante interscambio di ruoli”.

“Il nuovo arrivo darà un contributo soprattutto in difesa – continua il general manager di Pallacanestro Brescia -. La vittoria di sabato scorso è importante, ma dobbiamo restare consapevoli che il nostro obiettivo primario è quello di raggiungere una posizione di classifica che ci ripari da rischi importanti e in quest’ottica vogliamo considerare il successo ottenuto a Bologna come un punto di partenza. Riguardo al mercato, continueremo a lavorare – forse con una serenità maggiore rispetto a qualche giorno fa – per capire quali possano essere le scelte migliori per migliorare ulteriormente”.

“Non dobbiamo lasciarci condizionare dal grande risultato ottenuto a Bolgona – conclude Santoro -. Il campionato si valuta complessivamente e non per una sola partita. Non possiamo pensare che tutte le nostre valutazioni debbano essere modificate solo perché abbiamo ottenuto un bel risultato, ma dobbiamo concentrarci sulle idee che rappresentano il bene della squadra e della società”.

Voce al protagonista, Darral Willis, alla sua prima esperienza in Italia: “Sono appena arrivato a Brescia e, considerando la situazione legata al Covid, non ho ancora avuto modo di girare la città: sicuramente è uno dei primi punti sulla mia lista delle cose da fare. La squadra? Da quello che ho potuto vedere a Bologna, è molto buona. In campo ha messo tanto cuore, ha saputo lottare e questo va molto d’accordo con quelle che sono le mie qualità, perché io stesso sono un lottatore”.

“Sono molto felice di essere a Brescia, sono pronto a dare il mio contributo e ad aiutare la squadra al meglio delle mie possibilità – prosegue il neo acquisto della Germani -. Il mio numero di maglia? Ho sempre avuto il numero 21, in ogni fase della mia carriera, fin dai tempi delle superiori e del college. Se Dusan Ristic sarà d’accordo, cercherò di mantenerlo anche a Brescia”.

Commenta