Dalmonte: Contro Milano servirà essere al massimo in ogni singola parte del campo

Credit: Ciamillo & Castoria
Credit: Ciamillo & Castoria

Palla a due domenica alle 17:00 al Mediolanum Forum

Le parole di coach Stefano Dalmonte prima della trasferta della Fortitudo Bologna sul campo dell’Olimpia Milano.

(via Bolognabasket)

“Ho pensato di iniziare a parlare di Milano cercando di distinguere tra i concetti di squadra migliore e squadra più forte. E’ banale dire che è la più forte, io punterei nel definirla ‘la migliore’, perché ha la migliore organizzazione difensiva, perché ha un attacco straordinariamente essenziale dove ogni giocatore, pur con eccellenti qualità individuali, sa lavorare prima per la coralità e la collaborazione reciproca. Si deve quindi fare un passo indietro, perché non si deve parlare solo dei loro singoli quanto del loro sistema, della loro organizzazione, tutto figlio del mandato dello staff tecnico. I risultati poi si vedono, sia in Italia che viaggiando per l’Europa, giocando per la nostra pallacanestro nella massima competizione. Noi dobbiamo affrontare la partita con il giusto coraggio, con la legittima ambizione di chi sa che alla palla a due siamo zero a zero, con la consapevolezza delle loro proposte difensive ed offensive. Servirà essere al massimo, possesso dopo possesso, in ogni singola parte del campo. Alla fine tireremo le somme, cercando di capire quanto saremo stati coraggiosi dentro la partita, in un appuntamento molto difficile: la consapevolezza di giocare contro i migliori deve dare grande motivazioni e coraggio. Ogni singolo possesso dovrà essere giocato senza spostarci dalla nostre linee guida”

E’ la partita giusta per capire se il gruppo può ambire a qualcosa in più di una tranquilla salvezza?

“Deve essere giocata al massimo, poi dovrà essere archiviata un attimo dopo il suono della sirena. Cercheremo di essere al meglio per alzare la nostra competitività, e resettarci subito, a prescindere dal risultato, per crescere ancora in vista della gara successiva. Oggi siamo in una classifica molto compressa, ma ancora molto variabile, quindi pensiamo solo alle singole gare senza farci allontanare da troppi pensieri”

Fonte: BolognaBasket.

Commenta