Colpo di mercato per Teramo, dall’A2 arriva l’ala forte Emidio Di Donato

Colpo di mercato per Teramo, dall’A2 arriva l’ala forte Emidio Di Donato

Arriva il giocatore reduce da quattro stagioni a San Severo

Sale di colpi il mercato della Rennova Teramo che inserisce nel roster un giocatore di grande esperienza e carisma come Emidio Di Donato. Un altro atleta di prima fascia (e cercato subito dopo la riconferma in panchina di coach Salvemini) che decide di lasciare la Serie A2,  scendere così di categoria e sposare il progetto biancorosso per la stagione 2021-22… e oltre. Eh si, perché Emidio Di Donato arriva a Teramo dopo aver firmato un biennale, a dimostrazione della volontà d’inserirsi stabilmente in un contesto dinamico e stimolante e di contribuire nel tempo ad affermarlo sempre più: “Innanzitutto voglio ringraziare la società di San Severo per aver assecondato il mio volere di tornare in Abruzzo. La Teramo a Spicchi è una società giovane – conferma Di Donato – ma già ben strutturata e vogliosa di far bene. Da più parti ho avuto referenze ottime a riguardo e visto anche il periodo storico in cui la TaSp ha deciso di misurarsi in Serie B va reso solo merito al coraggio dei membri della società e alla loro intraprendenza. Sono abruzzese e seppur ho giocato lontano negli ultimi anni ho sempre seguito le squadre di basket della regione. Vedere tanto entusiasmo a Teramo non può che far piacere. Qui c’è stata la Serie A per tanti anni. Ricordo ancora da piccolo che venivo a vedere le gare al PalaScapriano. Di certo il primo degli obiettivi è quello di ricreare uno spirito che accomuni sempre più persone attorno alla squadra di Teramo e, Covid permettendo, contribuisca a riportare al palazzetto il maggior numero possibile di appassionati”.

Una vera e propria missione quella descritta da Emidio, prima bandiera del basket pescarese e poi capitano di quel San Severo dove l’ala abruzzese ha giocato nelle ultime quattro stagioni fra Serie B e A2: “San Severo è una piazza esigente – prosegue Di Donato –, c’è tanta pressione e un seguito notevole. I tifosi vivono di basket dalla mattina alla sera, ti fermano per strada e prima del covid era normale vedere 3500 persone al palasport a incitare la squadra. Io sono stato capitano della squadra e ho avuto modo di vivere questo tipo di esperienza sulla mia pelle, continuando a crescere anche sul piano mentale oltre che tecnico. Aldilà degli aspetti tecnici, a Teramo voglio portare proprio questa forma mentis, rappresentare per i ragazzi un esempio di professionalità e per i tifosi un riferimento in campo e fuori. Voglio contribuire a creare una squadra di cui andare fieri, nella quale il pubblico di Teramo possa ritrovare i giusti valori. E per farlo so già che avrò al mio fianco le persone giuste”.

In biancorosso Di Donato, ala forte conosciuta da tutti gli appassionati di pallacanestro per la grande energia alla base del suo gioco e per la spropositata voglia di vincere che mette in campo in ogni partita, ritrova infatti due ex compagni di gioco come Antonelli e Bottioni, oltre al suo mentore Giorgio Salvemini: “In queste settimane mi sono sentito più vote con Bottioni e Antonelli, che oltre ad essere grandi giocatori sono anche grandi amici. Ho avuto inoltre indicazioni positive su Cucco, Guilavogui, Bertocco e sugli under. E quando parlo di indicazioni positive, parlo di attitudine e di atteggiamento, aldilà delle indubbie qualità tecniche. E poi in panchina ritrovo un punto cardine della mia carriera come coach Giorgio Salvemini. Con lui ho già condiviso 5 stagioni fra Pescara e San Severo e grazie a lui posso dire di essere diventato il giocatore che sono. E’ un allenatore di primissimo livello non solo per l’immensa conoscenza del basket ma anche per la qualità unica di saper adattare il sistema alle caratteristiche dei giocatori, gestendoli anche sul piano mentale. A ciò unisce un’etica del lavoro unica, che diventa contagiosa. E’ in questo che Giorgio Salvemini fa la differenza come tecnico ed è per questo che solo la sua presenza è una garanzia di professionalità e di un contesto dove si lavora nella maniera giusta. Sono certo che saprà trovare il modo di far esprimere al meglio tutti noi e porre così i presupposti per una stagione in cui serietà, professionalità e impegno non mancheranno mai in palestra”.

Emidio Di Donato (1992, ala, 198 cm) 

2007-2010 giovanili Scavolini Pesaro Basket

2010-2011 PentaGruppo Ozzano Serie A Dilettanti

2011-2012 Goldengas Senigallia – DNB

2012-2013 Pallacanestro Pescara – DNB

2013-2014 Pallacanestro Pescara – DNB

2014-2015 Amatori Pescara – Serie B

2015-2016 Amatori Pescara – Serie B

2016-2017 Amatori Pescara – Serie B

2017-2018 Allianz Pazienza San Severo – Serie B

2018-2019 Allianz Pazienza San Severo – Serie B

2019-2020 Allianz Pazienza San Severo – A2

2020-2021 Allianz Pazienza San Severo – A2

Commenta