Charlotte, Miles Bridges si dichiara non colpevole. Prossima udienza tra un mese

Il free agent degli Hornets dovrà rispondere di violenza domestica e maltrattamento di minori

Atteso in tribunale per la prima udienza del processo per violenza domestica e (due imputazioni) per maltrattamento di minore, il free agent dei Charlotte Hornets Miles Bridges si è dichiarato non colpevole di entrambi i reati oggi a Los Angeles

Bridges rischia fino a cinque anni di reclusione per violenza domestica e fino a sei anni per ciascuna imputazione di maltrattamento di minore, per una sentenza massima di quindi 17 anni di reclusione. Prossima udienza prevista per il 19 agosto

Commenta