Cesare Pancotto: Vedo il bicchiere mezzo pieno, e più meriti di Milano che demeriti nostri

Ciamillo-Castoria
Ciamillo-Castoria

Il commento del coach di Cantù dopo il ko nel derby: Ovvio che la sconfitta non faccia piacere, rappresentiamo un popolo, ma bisogna anche prendere atto della realtà

Cesare Pancotto, coach della Pallacanestro Cantù, commenta il ko nel derby con Olimpia Milano: “Mi piace pensare che già dobbiamo rimboccarci le maniche, giocare mercoledì, con più determinazione e qualità. Vedo un bicchiere mezzo pieno, che avremmo dovuto riempire per tutta la partita, ma purtroppo nel terzo quarto l’Olimpia Milano ci ha messo addosso tutta la sua qualità, tutta la sua esperienza, tutto il suo talento, per il break che ha deciso la partita”.

“Però della mia squadra mi è piaciuto lo spirito, un primo tempo di altissimo livello e un finale alla pari. Avremmo voluto fare quarti quarti uguali, ma ci sono più meriti di Milano che demeriti nostri”.

“Credo che nel primo tempo si sia messo tutto quello che avevamo, anche come qualità di gioco. Poi chiaramente abbiamo subito quando abbiamo ripreso fiato. Non mi aspetto che si possa recuperare tutto e subito, mi aspetto di farlo un po’ alla volta”.

“La sconfitta ovviamente non fa piacere, rappresentiamo un popolo, i nostri tifosi, ma bisogna prendere atto della realtà e ripartire da quel bicchiere mezzo pieno. Ma non dobbiamo cullarci, l’acqua evapora, bisogna sempre metterci qualcosa”.

Commenta