Cento, parte il progetto “All We Can Play”

Cento, parte il progetto “All We Can Play”

Ad agosto è nata l’idea, condivisa poi in settembre alla stampa, ora inizia a prendere una forma strutturata il progetto che dal 19/11 ha un nome: ALL WE CAN PLAY - Per giocare ogni persona vale

Ad agosto è nata l’idea, condivisa poi in settembre alla stampa, ora inizia a prendere una forma strutturata il progetto che dal 19/11 ha un nome: ALL WE CAN PLAY – Per giocare ogni persona vale.

Questo fine settimana torna #OgniBenedettoWeekend con due appuntamenti: uno teorico e uno pratico sul tema prevenzione maschile.

Venerdì 26/11 in Sala Zarri alle 20.30 ci sarà la chiacchierata con la Dott.ssa Debora Marchiori, e a moderare l’incontro sarà la giornalista Irene Fini.

Sabato 27/11 si passa alla pratica con la “Nordic Walking” al percorso vita di Cento dalle 15.00 alle 16.30 insieme alla professionista Roberta Rodondi e ai giocatori della Benedetto XIV.

Gli appuntamenti di questo weekend, rientrano nel progetto sociale ALL WE CAN PLAY nato dall’idea del Club Manager della Benedetto XIV Matteo Franceschini, che ha coinvolto Fondazione Zanandrea, Benedetto 1964, Polisportiva Centese – Ramo Rosa e Strade unendosi a loro per attivarsi in modo concreto sul territorio.

“Per giocare ogni PERSONA vale”: è questo il motto scelto, che meglio sintetizza le attività di inclusione sociale promosse a partire dalla pratica sportiva. Questo progetto infatti, sarà il contenitore di diverse azioni progettuali che hanno come finalità quella di creare occasioni di aggregazione attraverso lo sport: 

  • Ogni Benedetto Week End, promossa dal Ramo Rosa della Polisportiva Centese, ha come obiettivo quello di sensibilizzare la popolazione ad un corretto stile di vita, alla prevenzione ed al movimento, dando la possibilità di partecipare, un weekend al mese, a una lezione di Attività motoria ed una teorica con dottori e professionisti.
  • Cento, Baskin City è la creazione di una squadra di Baskin (Basket Inclusivo a cui tutti possono prendere parte) composta dagli utenti con disabilità della Fondazione Zanandrea e da ragazze e ragazzi del territorio che si alleneranno insieme. 
  • Infine, Tutte le strade di Cento è l’istituzione di Borse di Studio, offerte dalla Benedetto 1964, per bambini e adolescenti a bassa soglia economica che frequentano le attività del Centro educativo dell’associazione Strade di Cento e che permetteranno di svolgere gratuitamente le attività sportive.

Dall’idea esposta a fine estate, ora si consegna alla città qualcosa di concreto e con un nome, il tutto è stato reso possibile grazie anche agli studenti delle scuole Taddia a cui è stato chiesto di individuare il nome/logo/asset grafico del progetto unitario che includesse le tre attività. L’evento di premiazione condotto da Alessandro Livreri del miglior progetto è avvenuto il 19 novembre presso la Milwaukee Dinelli Arena.

Fonte: Ufficio Stampa Cento.

Commenta