Carlos Delfino: Dopo la Supercoppa, dove è suonato l’allarme, ci siamo chiusi finalmente in palestra

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

Carlos Delfino ospite sulle colonne del Carlino. Ecco alcune dichiarazioni del fuoriclasse della Carpegna Prosciutto Pesaro

Carlos Delfino ospite sulle colonne del Carlino. Ecco alcune dichiarazioni del fuoriclasse della Carpegna Prosciutto Pesaro.

«Dopo la Supercoppa, dove è suonato l’allarme, ci siamo chiusi finalmente in palestra per una settimana intera e qualcosa è cambiato­, siamo riusciti a preparare bene la partita. Perdere non mi piace, ma quando comincio a vedere che si lotta, che c’è una competizione reale, una chance di vincere, allora mi tranquillizzo. Ho visto tanti segnali positivi e spero che l’arrivo del nuovo play ci dia un’ulteriore spinta per diventare migliorare».

SULL’ADDIO DI REPESA ALLA EFFE

«L’ho chiamato. In vent’anni di carriera ho giocato solo tre stagioni per lui ma l’ho sempre sentito come un mentore. Sono sollevato nel sapere che sta meglio, con la salute non si scherza. Da avversario, sono più contento di non trovarmelo di fronte, Jasmin è un osso duro».

Commenta