Cantù: rinnovo biennale con Istituto Auxologico Italiano

Cantù: rinnovo biennale con Istituto Auxologico Italiano

Fondato nel 1958, Istituto Auxologico Italiano è un IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) e una fondazione no profit che ha, come proprie esclusive finalità, la ricerca scientifica e l’attività di cura dei pazienti.

Pallacanestro Cantù comunica di aver rinnovato, per altre due stagioni sportive, l’accordo di
partnership con Istituto Auxologico Italiano, official sponsor della Prima Squadra biancoblù.
«Nonostante le avversità iniziali – spiega Andrea Mauri, amministratore delegato di Pallacanestro Cantù
– siamo tornati a fare ciò che più amiamo. Se siamo tornati a praticare sport in piena sicurezza lo
dobbiamo anche a partner come Auxologico, che ringrazio vivamente per il lavoro svolto sinora e per il
supporto che ci darà nel corso dell’intera stagione sportiva».
«Il senso della rinnovata collaborazione con Pallacanestro Cantù, che sosterremo attraverso l’erogazione
gratuita di prestazioni sanitarie nella stagione 2020-2021 e 2021-2022», spiega Andrea Busnelli,
direttore amministrativo di Auxologico, «nasce dall’attenzione al territorio che Auxologico coltiva da
sempre, in particolare attraverso la presenza in Brianza: è del 12 settembre scorso l’inaugurazione della
nuova sede a Meda in via Pace 18, un moderno polo sanitario di 6000 mq costruito nell’ambito di un
progetto di riqualificazione di un’ampia zona al centro della città rimasta per molti decenni
abbandonata, progetto concordato con l’Amministrazione comunale di Meda e realizzato con oneri di
Auxologico».
LA SCHEDA DEL PARTNER
Fondato nel 1958, Istituto Auxologico Italiano è un IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere
Scientifico) e una fondazione no profit che ha, come proprie esclusive finalità, la ricerca scientifica e
l’attività di cura dei pazienti. Auxologico è presente in Lombardia e in Piemonte con 13 strutture
ospedaliere, poliambulatoriali e di ricerca che lavorano in stretta sinergia per offrire le migliori
opzioni diagnostiche e le cure più aggiornate ed efficaci ai circa 1.300.000 pazienti che ogni anno si
rivolgono con fiducia a Auxologico. Auxologico è una comunità di medici, ricercatori, tecnici,
personale sanitario e amministrativo di oltre 2400 persone che ogni giorno mettono a disposizione il
proprio impegno e la propria professionalità per la cura della persona.
LA STORIA DI AUXOLOGICO
La storia di Auxologico inizia nel 1958 con il “Centro Auxologico di Piancavallo” nell’allora provincia
di Novara. Nel 1972 Auxologico ottiene, tra i primi in Italia, il riconoscimento di IRCCS. A partire dagli
anni ’90, la presenza di Auxologico si allarga su Milano dove, alla sede ambulatoriale e di Day Hospital
di via Ariosto, si aggiungono quelle dell’Ospedale San Luca e del Centro di Ricerche e Tecnologie
Biomediche a Cusano Milanino. Dagli anni 2000 l’offerta sanitaria di Auxologico si arricchisce
ulteriormente sul territorio milanese con la sede ospedaliera e di lungo degenza di via Mosè Bianchi
e con l’acquisizione della Clinica San Carlo (oggi Auxologico Pier Lombardo) mentre, in area
piemontese, ha inizio l’attività diagnostica e di ricerca di Villa Caramora, a Verbania. In tempi più
recenti, l’attenzione di Auxologico alla ricerca e alla cura del paziente si è ulteriormente rafforzata
con l’acquisizione della Casa di Cura Capitanio (oggi Auxologico Capitanio) e con l’ampliamento
dell’Ospedale San Luca, a Milano. A Meda, invece, in provincia di Monza e Brianza, un nuovissimo
stabilimento inaugurato lo scorso settembre.

Fonte: ufficio stampa Cantù.

Commenta