Cantù, Pancotto: “Dobbiamo continuare ad avere massima concentrazione e attenzione”

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

Il coach dell'Acqua San Bernardo presenta il derby lombardo contro Brescia.

Domani in casa, palla a due al “PalaBancoDesio” alle ore 19:00, Cantù scenderà nuovamente in campo per la quinta partita in due settimane, un tour de force incredibile che potrebbe anche chiudersi, prima di Natale, con il secondo successo consecutivo dopo la bella vittoria contro Trieste nel recupero disputato mercoledì a Desio. Tuttavia, l’avversaria di domani non sarà delle migliori per la S.Bernardo, che dovrà accogliere una Germani Brescia particolarmente in fiducia dopo il cambio in panchina che ha portato coach Maurizio Buscaglia a prendere il posto di Vincenzo Esposito, ridando entusiasmo e vittorie all’ambiziosa società lombarda. Sarà senz’altro una sfida ardua ma Cantù vuole provare a farsi un regalo di Natale in anticipo, che consentirebbe certamente ai biancoblù di affrontare con maggiore serenità la trasferta a Casalecchio di Reno, contro la Reggiana, in programma alla “Unipol Arena” nel giorno di Santo Stefano, alle 20:30.
Ancora una volta priva del suo play titolare, Jaime Smith, domani la compagine brianzola potrà contare sull’apporto di Kavell Bigby-Williams, centro inglese di 211 centimetri, classe ’95. L’ultimo arrivato in casa Acqua S.Bernardo, prodotto di Louisiana State University, debutterà in LBA proprio contro Brescia, dopo aver assistito (da spettatore) al match con l’Allianz.
In Cantù-Trieste sono state tante le prestazioni individuali dei canturini a convincere, su tutte quella di Sha’markus Kennedy, autore di una poderosa doppia doppia da 21 punti e 11 rimbalzi, oltre a 7 incredibili stoppate. Numeri da capogiro, così come da capogiro è stato anche l’ultimo quarto di Maarty Leunen che, da veterano e leader vero, ha preso in mano la squadra distribuendo ben 4 dei suoi 5 assist totali, determinanti per l’esito del match. Impossibile, inoltre, non citare i contributi di Jazz Johnson (15 punti con 3/5 da tre) e James Woodard, impreciso al tiro ma solido in difesa e con un tabellino importante da 13 punti, 6 rimbalzi e 4 assist. Al match, dunque, Cantù ci arriva con buone sensazioni e il morale alto, provarci sarà un obbligo.
Quanto a Brescia, la Germani è reduce da due vittorie consecutive in campionato, contro Fortitudo Bologna (99-85) e Reyer Venezia (71-69), arrivate entrambe sotto la nuova guida tecnica. In settimana, invece, i bresciani hanno salutato l’EuroCup, competizione che hanno chiuso con due sole vittorie e otto sconfitte, l’ultima maturata in Francia, contro Boulogne Metropolitans (86-81).
Così coach Cesare Pancotto, capo allenatore della S.Bernardo, alla vigilia del match: «Con Brescia sarà per noi il quinto impegno consecutivo, un “tourbillon” di partite. Una corsa costante su cui, però, dobbiamo continuare ad avere massima attenzione e massima concentrazione. Brescia è squadra nata per giocarsi un posto tra le prime quattro posizioni di classifica e per andare avanti il più possibile in coppa, questo ha quindi dato lustro all’organico che sono stati capaci di costruire in estate. Del roster avversario, infatti, abbiamo profondo rispetto e considerazione. Dal nostro punto di vista, invece, dobbiamo procedere con i processi di miglioramento all’interno della squadra, che sono stati chiaramente condizionati dal calendario fitto e dalle nostre possibilità di allenamento in questo periodo così particolare, cui si aggiunge anche la capacità di inserire, per gradi, Bigby-Williams. Tuttavia, più che sul nuovo innesto, siamo maggiormente concentrati sulla partita. Sarà certamente una gara che riserverà delle difficoltà: starà a noi superarle, tutti insieme, anche con l’aiuto del nuovo giocatore» ha concluso Pancotto.

Commenta