Calipari: Il piano G League? Non mi preoccupa per i 2/3 che sceglieranno, ma per gli altri

Calipari preoccupato dalla possibilità che molti ragazzi smettano di prepararsi per il College senza avere la certezza di finire nel programma G League

John Calipari, coach di Kentucky, non è decisamente tra i sostenitori del nuovo piano varato dalla G league, che ha convinto 3 tra i migliori liceali della nazione a saltare il College e anticipare il salto tra i professionisti.

“Il mio problema con la G League che cerca di attirare i giocatori dando loro più soldi, non sono i prospetti che sceglieranno, ma le migliaia di alunni  che penseranno che sia quello il modo per emergere, quando invece sappiamo che sarà un qualcosa riservato a pochissimi. E dall’altra parte non stiamo parlando di 50 ragazzini. Saranno migliaia, migliaia e migliaia….”

Il coach dei Wildcats è giustamente preoccupato dalla possibilità che molti ragazzi smettano di prepararsi per il College senza avere la certezza di finire nel programma G League.

 

 

Commenta