Bulgheroni: Campionati conclusi. Non c’è più equità sportiva

Bulgheroni: Campionati conclusi. Non c’è più equità sportiva

Toto Bulgheroni, storico dirigente di Openjobmetis Varese: Serio finanziamento statale per le Federazioni e riforma della Legge 91 sul rapporto tra società e tesserati

Toto Bulgheroni, storico dirigente di Openjobmetis Varese, dalle colonne de La Prealpina: «Bisognerebbe considerare conclusi tutti i campionati alla fine del girone d’andata, in modo da assegnare i posti nelle coppe europee».

Dunque, stagione da annullare: «Quante persone andrebbero in uno stadio o in un palasport poco dopo che lo Stato permetterà di uscire di casa alla popolazione? Inoltre, non esiste più l’eguaglianza competitiva perchè ogni squadra, per i motivi che ben conosciamo, non potrebbe più presentare lo stesso organico ante 8 marzo».

E sul futuro: «Serio finanziamento statale per le Federazioni e riforma della Legge 91 sul rapporto tra società e tesserati. In tutti i campionati invece, vanno bloccate per questa stagione promozioni e retrocessioni».

La precedente intervista di Toto Bulgheroni 

Commenta