Bruno Cerella: Sono pazzo…un giorno operato al menisco, quello dopo in campo

Bruno Cerella: Sono pazzo…un giorno operato al menisco, quello dopo in campo

Cerella: Il gruppo di Venezia è qualcosa d'incredibile....

Nella video chat di ieri, ospite a Backdoor Podcast era Bruno Cerella, giocatore della Reyer Venezia che ha ripercorso i passi principali della sua carriera con anche aneddoti e curiosità divertenti.
Qui alcuni estratti:

L’incredibile recupero di due giorni dal menisco e la finale di Coppa Italia con l’Olimpia…

Mi sono rotto il menisco venerdì con Venezia, sabato mi sono operato e ho chiesto al dottore: “domani posso andare a vedere la partita?” E lui mi ha detto: “Tu domani giochi”. Non ci credevo, ho ‘mentallizzato’ la cosa e il giorno dopo ero in campo….tutti mi dicevano…dai non ti sei operato…Dì la verità. Io ho giocato, avevo un ginocchio enorme e indolenzito ma non ho voluto nessun antidolorifico perché volevo sentire tutto…un pazzo proprio.

La forza di Venezia:

Il gruppo di Venezia è qualcosa d’incredibile. Ci divertiamo insieme, andiamo a bere una birra o mangiare la pizza. il gruppo d’italiani è quello che nei momenti di difficoltà ha tirato avanti la squadra…guardate la coppa Italia con Mazzola, De Nicolao e Tonut nella competizione. A me piace creare il rapporto coi compagni di squadra, ma il trofeo è solo il finale, perché il bello rimane il percorso con cui ci arrivi.
Qui la video chat completa:

Fonte: Backdoor Podcast.

Commenta