Brescia, Magro: “A Milano con lo spirito giusto”

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

Le parole del coach della Germani in vista dell'esordio stagionale, in programma domenica pomeriggio al Forum (diretta su NOVE)

Si avvicina a grandi passi l’esordio in campionato della Germani Brescia, che domenica pomeriggio (contesa alle ore 18.15, diretta TV su NOVE, diretta streaming su Eleven Sports) affronterà i campioni d’Italia dell’EA7 Emporio Armani Milano sul parquet del Mediolanum Forum di Assago. Il banco di prova più duro per la squadra biancoblu, che arriva alla partita con voglia, entusiasmo e, secondo quanto dichiarato da coach Alessandro Magro, con la consapevolezza dei propri mezzi, caratteristica che dovrà accompagnare il cammino della squadra bresciana lungo una stagione che sarà ricca di appuntamenti.

“È un piacere essere nuovamente qui a parlare di pallacanestro – esordisce il coach della Germani -. Termina un periodo che per noi allenatori è molto bello, quello in cui vediamo la squadra crescere, di settimana in settimana, in cui il nostro gruppo prende forma. Tutto il lavoro che abbiamo fatto, però, era indirizzato a giocare le partite che contano e noi abbiamo grande voglia di farlo”.

“Nella prima giornata affrontiamo la squadra che non solo ha lo scudetto cucito sul petto, ma che ha anche fatto un mercato importante, con l’obiettivo di alzare il proprio livello di qualità nel doppio impegno, in campionato ed EuroLeague – prosegue Magro -. È un momento particolare per tutte le squadre, ci sono tante assenze, anche perché tanti giocatori hanno partecipato ai campionati europei e non tutti i roster sono al completo. Sono convinto che il valore delle squadre si vedrà più avanti. Anche noi abbiamo vissuto un precampionato problematico a livello di infortuni, ma arriviamo alla prima di campionato con il team al completo. Per avere la giusta chimica tra i vecchi e i nuovi servirà comunque un po’ di tempo, soprattutto per capire la distribuzione dei minuti e dei possessi”.

“Giochiamo contro la squadra più forte del campionato, oltretutto a casa loro – prosegue l’allenatore toscano -. Lo scorso anno l’Olimpia non ha mai perso in casa e questa per noi è la migliore occasione possibile per vedere a che punto siamo del nostro percorso, anche se siamo solo all’inizio. Mi dispiace molto aver appreso dell’assenza di Mitrou-Long: mi avrebbe fatto davvero piacere rivederlo sul campo e giocare contro di lui. Considerata la lunghezza del roster dell’EA7, non sappiamo quali saranno i giocatori che entreranno in campo. Mi auguro che quella di domenica sarà una partita combattuta, per noi sarà importante reggere al loro atletismo e alla loro profondità. Inoltre, sono sicuro che tanti tifosi bresciani verranno ad Assago per riempire quello spicchio di Forum che è sempre molto bello vedere in biancoblu”.

“Il nostro spirito è quello di partire senza mai sentirsi battuti – specifica il coach di Pallacanestro Brescia -. Milano ha quintetti con fisicità e taglia fisica che nessun’altra squadra può schierare. So che sarà una partita difficilissima ma mi piace pensare di poter andare al Forum con la consapevolezza di voler fare la nostra partita. Siamo cambiati rispetto alla scorsa stagione, ci sono delle cose che proveremo a riproporre, altre cose che cambieranno necessariamente perché sono cambiati gli interpreti. Quello che deve rimanere è la voglia di andare là e cercare di competere al meglio e questa è una cosa che faremo sempre, in Italia e in EuroCup”.

“Indicazioni dalla Supercoppa? Per capire le squadre va analizzato il momento – conclude Magro -. In generale, in Italia abbiamo bisogno che Bologna e Milano facciano da locomotiva a tutto il movimento. Sono due grandi squadre, entrambe partecipano all’EuroLeague, e la loro presenza spinge affinché tutte le altre squadre del campionato provino ad adeguarsi al loro livello. Questo, però, è un momento nel quale i meccanismi non sono collaudati, come si è visto nella semifinale della Supercoppa, una partita in cui le difese hanno avuto la meglio sugli attacchi. Sono certo che coach Messina non sia stato contento della partita disputata dai suoi e li avrà spinti ad allenarsi per aggiustare determinate situazioni che non avevano funzionato, anche perché la settimana prossima l’Olimpia avrà il debutto in EuroLeague”.

Commenta