Brescia alla prova Olimpia: “Milano è come un ascensore, ti costringe a puntare in alto”

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

"La partita con Milano è come un ascensore, chi si confronta con l’Olimpia è costretto a puntare in alto e alzare il proprio livello"

“La partita con Milano è come un ascensore, chi si confronta con l’Olimpia è costretto a puntare in alto e alzare il proprio livello. Confrontarsi con il top è bello e noi quest’ascensore che ci può portare più in alto lo vogliamo prendere!” Coach Maurizio Buscaglia sceglie una metafora semplice ma efficace per presentare i temi del big match casalingo che vedrà la Germani ospitare l’A|X Armani Exchange Milano, capolista indiscussa del campionato, nella gara valida della 22/ma giornata di campionato, in programma domenica 14 marzo alle ore 17.30

“Innanzitutto, voglio complimentarmi con Milano per l’ennesima dimostrazione di solidità dimostrata in occasione dell’importantissima vittoria raccolta in EuroLeague sul campo del CSKA Mosca – esordisce coach Buscaglia -. Noi dobbiamo essere pronti a fare la miglior partita possibile. Milano è una forza, una squadra che gioca bene e che rappresenta una bella fotografia della pallacanestro italiana. Noi dovremo cercare di lavorare bene a rimbalzo e giocare di squadra anche a livello fisico, eseguendo al meglio la nostra gara senza perdere di vista ciò che vogliamo mettere in campo”.

“Abbiamo lavorato con molta voglia di fare, come sempre – spiega il coach alla luce della settimana di lavoro in preparazione della sfida -. La continuità negli allenamenti è importante, sia come team che nelle caratteristiche individuali e nelle gerarchie: per me è un aspetto importante che porta sempre a qualcosa, che sia una vittoria o un miglioramento del nostro gioco”.

“Milano ha una grande cultura di squadra, proprio perché ha grandissimi giocatori – conclude l’head coach della Germani, mettendo a fuoco l’avversaria di turno -. L’Olimpia è una squadra che si passa bene la palla e questo è un aspetto che andrà limitato, così come dovremo competere nella sfida a rimbalzo. Anche noi siamo una squadra che si passa bene il pallone e in attacco non dovremo avere fretta: condividere il pallone sarà una delle chiavi per cercare di mettere in difficoltà la squadra di Messina il più possibile”.

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Brescia.

Commenta