Bossi guida l’Urania in una fantastica rimonta, superata Ferrara 93-92 all’overtime

Bossi guida l’Urania in una fantastica rimonta, superata Ferrara 93-92 all’overtime

La squadra di Villa, con un gran secondo tempo, batte la Top Secret al supplementare

Bellissima partita e bellissima vittoria all’Allianz Cloud per l’Urania, che dopo un inizio decisamente difficile (toccato quasi il -20) gioca un superlativo secondo tempo, costruendo anche grazie alla difesa la vincente rimonta contro Ferrara. Stefano Bossi MVP e trascinatore nel parziale decisivo, che permette a Milano di guadagnare l’overtime e conquistare il successo finale.

Primo canestro del match a firma Raivio, i padroni di casa si distraggono a rimbalzo e Zampini punisce comodamente dall’arco, 10-4 il punteggio con primi punti anche per Langston. Il +8 di Basso necessità di un timeout, Panni risponde a Montano e Ferrara resta in controllo, approfittando delle freddissime mani milanesi. Zampini trova la terza tripla personale, Langston e Montano reagiscono ma Baldassarre guida i suoi, raggiungendo la doppia cifra con tre canestri in fila: 31-17 al termine del primo quarto.
La giocata da tre punti di Dellosto conferma l’ampio vantaggio, nonostante un tecnico alla panchina ospite. Langston e Fantoni inchiodano, l’Urania pecca di concentrazione ed un a dir poco scontento Villa ferma nuovamente il gioco, sul 24-40. Hasbrouck ingrana, Bossi trova Raivio e completa il 2+1 aprendo il favorevole 8-0 di parziale, costruito anche con i punti dalla lunetta ed i rimbalzi di Raspino. Panni risveglia la Top Secret, 47-36 il punteggio a metà gara.

Zampini continua ad essere caldo dall’arco, Raivio segna sulla sirena dei 24 ma Panni in acrobazia restituisce al mittente, 53-38 con Milano che prova a riavvicinarsi grazie all’appoggio in contropiede di Montano. Ferrara perde qualche pallone di troppo, Piunti ne approfitta e grazie alla buona difesa i possessi di svantaggio diventano appena due, merito anche della tripla dall’angolo di Bossi. Panni ed Hasbrouck si caricano sulle spalle l’attacco, il play Urania realizza ancora da lontano e la Kleb limita i danni con l’esperienza di Fantoni, 67-62 a dieci minuti dal termine.
Raivio e Langston riducono ulteriormente lo scarto, il centro ex Livorno è un avversario ostico sotto canestro e la squadra di casa manca l’aggancio, ricacciata indietro da Hasbrouck. Bossi segna con fallo, Raivio regala il -2 ma Milano spreca un paio di occasioni per portare la sfida in parità, sul 72-74 di metà ultimo periodo. Panni viene sanzionato per flopping, Fantoni è nel posto giusto al momento giusto a rimbalzo ma il sorpasso è nell’aria, e si concretizza al 36′ con l’ottimo Stefano Bossi. La squadra di Villa recupera palloni preziosi, Raspino senga l’80-76 e dopo l’appoggio del solito Fantoni è ancora il play in maglia bianca a brillare: bomba di tabella, 26 punti personali e +5 a tabellone. Hasbrouck in un attimo infila i punti del pareggio a quota 83, lasciando 26 secondi all’attacco avversario. Dopo il timeout Baldassarre stoppa Raivio mandando di fatto la gara all’overtime, con due rimesse con 0.1 secondi da giocare che ovviamente non producono punti.

Sono di Montano e Baldassarre i primi canestri del supplementare, Raivio ed Hasbrouck si scambiano triple e Ferrara torna avanti, grazie alle giocate di Baldassarre. Due falli in attacco ed una palla persa sembrano condannare Milano, la Top Secret non ne approfitta ma Langston manca il piazzato per riportare avanti i suoi. Il tiro degli ospiti è corto, Raivio guadagna la lunetta ed il suo prezioso 2/2 vale il 93-92, con poco meno di 6 secondi rimanenti. Si riparte da metà campo, Montano ferma Hasbrouck e l’Urania vince all’Allianz Cloud dopo un’incredibile rimonta.

Milano: Bossi 28, Raivio 24, Langston 16, Montano 14, Piunti 5, Raspino 4, Benevelli 2
Ferrara: Fantoni 21, Hasbrouck 19, Baldassarre 16, Panni 13, Zampini 12, Dellosto 5, Basso 4, Vencato 2

Commenta