Bergamo aggiunge Magaye Seck al proprio roster

Bergamo aggiunge Magaye Seck al proprio roster

Bergamo chiude il pacchetto dei giocatori italiani aggiungendo il centro italo-senegalese Magaye Seck

Bergamo chiude il pacchetto dei giocatori italiani aggiungendo il centro italo-senegalese Magaye Seck, arrivato in giallonero in prestito dalla società Petrarca Padova e attraverso un accordo formativo con la Bertram Tortona. Il ragazzo classe 2001 – 203 cm per 98 kg – è il terzo giocatore a disposizione nel reparto lunghi, un arrivo che aggiunge ulteriore stazza fisica al roster di coach Calvani.

Nato in Senegal, Magaye si affaccia al mondo della pallacanestro all’età di 12 anni, e grazie ad alcuni contatti arriva in Italia all’età di 15 al Petrarca Padova, dove gioca la sorella. Magaye cresce poi nel settore giovanile di Bassano ed esordisce a livello senior con Padova in Serie C Gold. Notato da Tortona, si trasferisce in Piemonte nella scorsa stagione, dove si divide tra Under18 Eccellenza, Pnr Olimpia Voghera in Serie C Silver e prima squadra, dove totalizza 8 presenze per un totale di quasi 7 minuti di impiego medio, con un massimo di 21 minuti nella gara contro Scafati.

Le prime parole di Magaye al suo arrivo sotto le Mura: “Ringrazio Bergamo di aver pensato a me per la prossima stagione. Sono giovane, ho molto da imparare ma ho grandi motivazioni. Spero di ricambiare la fiducia concessami con i fatti. Il primo colloquio con il coach mi è bastato per convincermi sulla qualità del progetto. Non vedo l’ora di iniziare, conoscere i miei compagni di squadra, lo staff tecnico la società e i tifosi. Mi sto allenando tutti i giorni per farmi trovare pronto, farò di tutto per poter dare il mio contributo alla squadra. Forza Bergamo.”

Il commento di coach Grazzini: “Magaye è un lungo del 2001 che la scorsa stagione ha mosso i primi passi in A2 a Tortona, in un contesto di prima fascia. Porta atletismo, combattività su entrambi i lati del campo e voglia di migliorarsi: sono le qualità che cercavamo per completare al meglio il gruppo degli italiani.”

Commenta