Benacquista Latina, intervista a Giordano Durante

Benacquista Latina, intervista a Giordano Durante

Parla Giordano Durante della Benacquista Latina

In attesa che inizi ufficialmente la stagione 2022/23, che per la Benacquista Assicurazioni Latina Basket quest’anno prenderà il via il prossimo 8 agosto con le visite mediche di routine, per poi passare nei giorni seguenti agli allenamenti con il preparatore fisico Marco Ranalli e con lo staff tecnico guidato da Coach Franco Gramenzi, abbiamo raggiunto telefonicamente Giordano Durante.

Dopo la prima stagione disputata in Serie A2 qual è il bilancio che hai tracciato e quali obiettivi ti poni per la prossima?

«Per come era stato impostato il programma, non mi sarei mai aspettato di giocare così tanto, ma ho cercato di avere subito un impatto positivo e di crearmi spazio quando ne ho avuto l’opportunità. Sicuramente aver avuto la fiducia da parte dello staff e dei compagni di squadra che mi hanno fatto integrare molto bene, e colgo l’occasione per ringraziare Aka delle belle parole spese per me (vedi intervista a Fall del 5 luglio 2022, ndr) è stato un ulteriore stimolo per continuare a lavorare per acquisire maggiore esperienza. Il gruppo era molto competitivo e rimane il rammarico per non aver raggiunto i play-off, ma gli infortuni ci hanno molto penalizzato dal punto di vista dei risultati. In ogni caso, sono molto contento di come è andata la mia prima stagione nella categoria di Serie A2 e per la prossima, in cui sono convinto il livello tenderà ad alzarsi ulteriormente, sono pronto a mettermi in gioco con tutto l’impegno possibile per continuare a crescere e migliorare. Il confronto con giocatori forti ed esperti sarà importantissimo, e anche avere ogni giorno in allenamento un giocatore del mio ruolo come Yancarlos Rodriguez,  così come l’anno scorso ho avuto Marco Passera, farà la differenza e mi aiuterà ad alzare ancora di più l’asticella. Per contro, sono consapevole, che sarà sicuramente molto difficile guadagnare minuti, data la sua esperienza e il suo valore, quindi dovrò impegnarmi davvero tantissimo (ride, ndr)».

In questo periodo estivo ti stai allenando?

«Si, si certamente. Fortunatamente quando torno nella mia città natale, Montebelluna, che è un piccolo centro, ho la possibilità di accedere al palazzetto e non smetto mai di allenarmi a livello individuale, ogni mattina sono seguito da un coach. Inoltre, sono in costante contatto con Marco Ranalli (il preparatore fisico della Latina Basket, ndr) che mi manda sempre le schede con gli esercizi mirati da eseguire in sala pesi, alle quali mi attengo scrupolosamente (ride di nuovo parlando di Marco, ndr)».

E con gli studi universitari come procede?

«Molto bene, direi. Sono riuscito a dare tutti gli esami, tranne uno che darò a ottobre (8 su 9 sono una bella media, ndr) perché per potermi preparare devo riuscire a rivedere tutte le lezioni e durante il campionato non mi è stato possibile».

Oltre a trascorrere del tempo con la tua famiglia e i tuoi affetti, hai in programma una vacanza?

«Trascorrere del tempo con la mia famiglia, nei luoghi in cui sono cresciuto è bellissimo, soprattutto perché ho avuto la possibilità di godermi anche il mio nipotino Giacomo, che ha da poco compiuto 3 mesi e che è fantastico! Con i miei amici abbiamo anche organizzato un viaggio di una settimana sull’isola greca di Corfù, dove saremmo già voluti andare la scorsa estate, ma poi per via della pandemia, abbiamo optato per rimanere in Italia e abbiamo visitato la Puglia. Ovviamente quando parlo di vacanza, parlo sempre di mare!».

Commenta