BCL, Comninos: “Il nostro piano attuale è di giocare le Final Four in campo neutro”

BCL, Comninos: “Il nostro piano attuale è di giocare le Final Four in campo neutro”

Il CEO della Basketball Champions League, Patrick Comninos, ha parlato con i media turchi a margine della sua visita ad Istanbul della scorsa settimana per l’esordio casalingo stagionale del Galatasaray

Il CEO della Basketball Champions League, Patrick Comninos, ha parlato con i media turchi a margine della sua visita ad Istanbul della scorsa settimana per l’esordio casalingo stagionale del Galatasaray.
Di seguito le sue principali dichiarazioni.

Sulla BCL e sul supporto dato ai club.

“Offriamo ai club l’ambiente che permette loro di promuovere le loro squadre, e offriamo loro un livello di certezza per pianificare e controllare il proprio destino – nel senso che i club sanno che se performano ad alto livello nel proprio campionato nazionale, hanno un posto garantito in BCL. Quindi non dipendono da fattori esterni. E una volta che partecipano alla competizione, siamo molto orgogliosi della collaborazione che abbiamo avuto con tutti i club – siamo la competizione per club #1 sui social media – e come ci piace sempre ricordare, la BCL è organizzata dai club per i club. I loro interessi arrivano sempre prima. Il premio economico è la ciliegina sulla torta, e ovviamente sappiamo quanto sia importante per supportare i club, ma per noi è più rilevante l’esperienza che gli offriamo e l’opportunità di performare ad un livello molto alto. Siamo felici di vedere ogni anno sempre più club decidere di unirsi alla BCL con una decisione forte.”

Sul piano di giocare la Final Four in campo neutro.

“Dopo cinque stagioni, pensiamo che siamo pronti per questo cambiamento. Quando abbiamo iniziato nel 2016, sapevamo quando sarebbe stato difficile giocare le Final Four su campo neutro e riempire le arene. Per questo, abbiamo pensato che se una delle squadre coinvolte nella F4 avesse giocato in casa, allora avremmo avuto più tifosi sugli spalti. Specialmente dopo quanto abbiamo visto ad Anversa nel 2019 ed a Nizhny Novgorod nel 2020, pensiamo di essere pronti per questo: abbiamo avuto la prova che c’è un’audience che vuole vedere basket di alto livello dal vivo. Il nostro piano attuale è di giocare l’evento in un’arena non affiliata con nessuno dei 32 club che partecipano alla BCL.
Speriamo di essere in grado di annunciare la città ospitante per la Final Four molto presto, ma vogliamo prenderci il giusto tempo per assicurarci di fare la giusta decisione.”

Commenta