Banca Carige: Reyer permette di sviluppare armonie e legami

Banca Carige: Reyer permette di sviluppare armonie e legami

Banca Carige ha rinnovato il suo sostegno al progetto Reyer

In occasione del rinnovo del sostegno di Banca Carige al Progetto Reyer, abbiamo avuto il piacere di intervistare Antonio Guidolin Area Manager dell’Area Commerciale Veneto. Buona lettura!

1) Caro Antonio, ci racconti come state vivendo dal punto di vista aziendale questo periodo particolare di ripartenza, ma ancora di incertezza?

Con grande coraggio e consapevolezza. Il coraggio è quello che in questi mesi i colleghi del Veneto e della Banca hanno messo per continuare a fare il proprio lavoro con professionalità e determinazione. La consapevolezza è quella che ci fa tenere i “nervi saldi”, consci che solo così possiamo aiutare chi è in difficoltà e vede in noi un “allenatore” cui affidarsi per meglio superare il difficile momento. In conclusione stiamo vivendo il momento come una squadra chiamata ad una grande responsabilità.

2) Avete da poco rinnovato il sostegno al progetto Reyer, cosa significa per voi il legame con Reyer e con il territorio veneziano metropolitano?

Il sostegno che la nostra azienda ha rinnovato, anche per la stagione 2020/2021 a favore del progetto Reyer rappresenta la continuità di un rapporto consolidato nel tempo che ci permette, tramite lo sport, di incontrare persone al di fuori del contesto professionale, sviluppando armonie e legami a 360 gradi; armonie che passano dagli incontri in veste professionale del lavoro quotidiano, ai momenti più rilassati e di svago durante le partite di basket serali o dei week-end.

3) La ripartenza dello sport può essere un elemento di traino e un esempio per il Paese, specialmente dal punto di vista sociale?

Certamente sì. Il difficile approccio che l’emergenza sanitaria ha provocato, può diventare uno stimolo nel ripensare e valorizzare in modo più profondo i momenti di relazione interpersonale. Nello specifico la ripartenza dello sport, come dimostrato dalle partite della Reyer, è l’ esempio che, seppur con gli impegnativi protocolli del caso, ognuno di noi col proprio ruolo in squadra può contribuire alla vittoria.

4) Quali sono i più bei ricordi legati a Reyer e che messaggio volete mandare ai tifosi orogranata?

I ricordi più belli legati alla Reyer sono sicuramente i due titoli di Campioni d’Italia conquistati nelle stagioni 2016-2017 e 2018-2019, merito certamente della squadra, ma anche dei tantissimi tifosi che costantemente hanno condiviso e continuano a condividere sul campo (ma non solo) gioie e dolori, tutti uniti da una grande passione che nel tempo ha trovato spazio anche in amicizie personali e/o talvolta in rapporti di lavoro. I più bei ricordi sono quindi legati alle grida e ai cori dei tifosi, sempre contraddistinti da educazione e rispetto per l’avversario.

Fonte: Reyer.

Commenta