Baioni: Abbiamo vissuto una profonda rivoluzione, la squadra adesso ha più identità

Credit: Ciamillo & Castoria
Credit: Ciamillo & Castoria

Baioni sta guidando il gruppo durante l'assenza di Buscaglia, impegnato con la nazionale olandese.

Giacomo Baioni, primo assistente di coach Buscaglia alla Germani Brescia, parla con Il Giornale di Brescia della crescita del team, tra operazioni di mercato e risultati finalmente positivi.

“Abbiamo vissuto una profonda rivoluzione, culminata con la partenza di due giocatori, Cline e Ristic, con caratteristiche molto specifiche. Al loro posto sono arrivati Willis e Wilson, che sono invece caratterizzati da versatilità. Dal punto di vista offensivo, cerchiamo di speculare proprio su questa versatilità, aprendo e chiudendo il campo. Abbiamo una modulazione differente dei quintetti e riusciamo a varare con
più continuità formazioni con esterni più grandi. In difesa, comunque, abbiamo molti margini di miglioramento. Nello specifico, Willis è giovane, ma ha talento e fisico. Si deve ancora formare del tutto, ma ha ottimi colpi. Wilson è un giocatore solido che fa cose utilissime, anche se magari non balzano subito all’occhio. Contro Varese, ad esempio, ha disputato una gara di un certo valore”

“La squadra ora ha più identità. Abbiamo superato mille difficoltà, ma non si deve riportare tutto ai risultati. Dobbiamo confermare le nostre ultime performance. La classifica? Non la guardo proprio… Abbiamo altro a cui pensare. Dobbiamo lavorare e cercare di migliorare noi stessi, giorno dopo giorno. Guai a perdersi nei pronostici”.

Baioni sta guidando il gruppo durante l’assenza di Buscaglia, impegnato con la nazionale olandese.

Commenta