Ario Costa: Repesa è fondamentale, la chiave di tutto. È una guida anche fuori dal campo

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Le parole del presidente della Vuelle: Il merito della svolta è è innanzitutto del Consorzio presieduto dall’insostituibile Luciano Amadori

Ario Costa ha parlato della rinascita della VL Pesaro che dopo essere stata ad un passo dall’autoretrocessione in Serie A2 ha deciso di continuare in Serie A qualificandosi alla Final Eight dove ha raggiunto la finalissima.

Costa ha parlato a La Gazzetta dello Sport.

Questo un estratto.

“Dopo aver perso un padrone forte, col territorio in preda a una crisi profonda, rimanere in piedi non è stato facile. A volte abbiamo pensato di mollare tutto. Ma io sono testardo, dovevo restituire al club quello che mi ha dato da giocatore” ha detto Costa.

“Il merito della svolta è è innanzitutto del Consorzio presieduto dall’insostituibile Luciano Amadori: 26 aziende che col tempo si sono appassionate, poi lo sponsor, la famiglia Beretta, ci ha fatto fare un ulteriore salto di qualità”.

“Jasmin è fondamentale, la chiave di tutto. Dopo la vittoria contro Sassari si è commosso e ne sono felice. Significa che sta bene qui, ha condiviso lo spirito del nostro progetto. Questa estate, quando l’ho chiamato, gli ho detto “Gelsomino, dammi una mano”. Ci ha messo meno di24ore per decidere. Per noi è una guida anche fuori dal campo. È un allenatore che ha visione, ci può indicare la strada”.

Commenta