Alviti: “Non riuscivo nemmeno a immaginarla, la maglia azzurra”

Foto Eurobasket
Foto Eurobasket

L'ala di Trieste condivide le emozioni del debutto dalle colonne di Tuttosport.

Davide Alviti è l’unico dei cinque debuttanti in maglia Italbasket nel match di oggi contro la Macedonia del Nord a non avere mai vestito l’azzurro, prima d’oggi, nemmeno in una nazionale giovanile. L’ala in forza all’Allianz Trieste ha condiviso emozioni e sensazioni della vigilia dalle colonne di Tuttosport.

“Ne ho viste tante, è una sto­ria lunga. Ho cominciato ad Alatri, la mia città, 30.000 abi­tanti. La svolta è stata una gara gio­vanile regionale tra Alatri ed Eurobasket Roma, fini­ta 14­-101 con quei 14 punti segnati da me. Un dirigente di Roma venne poi a parlare con il mio presidente, papà e me. Fu una scelta difficile soprattutto per il mio babbo, Giulio, perché all’epoca aveva appena perso il lavoro e viaggiare ogni giorno da Alatri alla capitale, circa un’ora e 20′, aveva un costo molto importante per una famiglia di quattro persone. Ricordo che papà aveva soltanto i soldi della benzina, in tasca, Eppure mi ha accompagnato e riportato per tre anni. Tutti hanno fatto sacrifici, compreso mio fratello Alessandro, del 2002, che adesso è in B a Rimini e che è uscito di casa a 14 anni per il basket. Lui poteva vedere meno il papà, oltre alle rinunce di tutti noi. Ora capisco bene il valore dei soldi: questo mi spinge a voler restituire, oggi, far stare bene i miei (…) Che si sia predestinati o meno, io sono fermamente convinto che il lavoro, se incessante, attento e convinto, alla fine paghi. È emozionante essere qui: da piccolo, nemmeno riuscivo a immaginarla la maglia azzurra. È un onore pazzesco, un’emozione ogni giorno”, ha detto Alviti.

Fonte: Tuttosport.

Commenta