Alle 18 Umana Reyer Venezia e Banco di Sardegna Sassari: è stata l’ultima finale di Serie A

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Umana Reyer Venezia – Banco di Sardegna Sassari (ore 18.00, Eurosport Player e Discovery +)

Umana Reyer Venezia – Banco di Sardegna Sassari (ore 18.00, Eurosport Player e Discovery +)

Sfida molto interessante quella tra Venezia e Sassari, la squadra di coach De Raffaele si è piazzata al quarto posto nella classifica di Serie A UnipolSai mentre quella di coach Pozzecco in quinta posizione. Si rivedrà dunque una serie che protagonista in Finale Scudetto due anni fa.

PRECEDENTI: L’Umana Reyer Venezia, detentrice dello Scudetto, si qualifica ai playoff per la sesta volta consecutiva, l’ottava nelle ultime nove edizioni e l’undicesima totale. Vincitrice dell’ultima edizione e di quella del 2016/17 si presenta come testa di serie numero 4 del tabellone. Sassari ha raggiunto la post season in nove delle ultime 10 stagioni saltando l’appuntamento con i playoff soltanto nella stagione 2017/18. Finale vinta nell’edizione 2015 contro Reggio Emilia (4-3), Sassari ritrova Venezia dopo la Finale che le ha viste protagoniste nell’ultima edizione giocata. La Finale dell’edizione 2018/19 è stata anche l’unica serie giocata tra le due società e vinta dalla Reyer con il punteggio finale di 4-3. Nelle due sfide giocate in questo campionato Venezia e Sassari hanno chiuso con una vittoria per parte.

ALLENATORI: Ha sempre superato i quarti Walter De Raffaele nelle 4 edizioni di playoff già allenate, tutte con Venezia, in cui ha conquistato due scudetti. 30 vittorie in 50 gare per l’allenatore di Venezia alla quinta edizione consecutiva. Coach Pozzecco torna ai playoff dopo la sconfitta in finale dell’ultima edizione che era anche la prima a cui ha partecipato da allenatore. Pozzecco aveva infilato 6 vittorie in altrettante partite nei quarti e nella semifinale prima di incontrare Venezia.

DICHIARAZIONI: ecco le parole di Marco Spissu, giocatore della Dinamo:

I playoff sono un campionato a parte, si riparte dallo 0-0 e tutto quello che hai fatto in campionato in parte non conta più. Adesso arriva il bello, noi giocatori viviamo per affrontare partite come queste e l’entusiasmo si sente: ora dobbiamo recuperare un po’ di energie per farci trovare pronti nelle prime due sfide. Non sarà facile, conosciamo il valore di Venezia, ma dove non arriva la fatica arriva il cuore. Non abbiamo mai disputato un back to back del genere, capita in competizioni come la Coppa Italia di giocare una partita dopo l’altra ma sempre con squadre diverse. Con questo format è fondamentale dosare le energie perché sono due gare ravvicinate, dovremo fare di tutto per provare a portarne una via già tra domani e venerdì, sarebbe bellissimo”.

Fonte: Legabasket.

Commenta