Alfonso Reyes: Per l’Eurolega è come se il COVID-19 non esistesse

Alfonso Reyes, presidente dell’associazione giocatori spagnola, ha condiviso le sue riflessioni ad ABC.es sul COVID-19 ed il suo impatto sulla pallacanestro, dopo aver contratto lui stesso il virus a marzo

Alfonso Reyes, presidente dell’associazione giocatori spagnola, ha condiviso le sue riflessioni ad ABC.es sul COVID-19 ed il suo impatto sulla pallacanestro, dopo aver contratto lui stesso il virus a marzo.

“La bolla di Valencia è stata un successo perché sia la ACB che i giocatori che la commissione medica hanno lavorato insieme. Un protocollo rigido è stato approvato e seguito, su indicazione di medici, e tutto è andato bene. Per l’Eurolega è come se il virus non esistesse, non hanno fatto alcun cambiamento al calendario. Sapevamo che sarebbe stato complicato perchè ogni nazione ha una sua situazione completamente diversa, ma da dire questo alle cose che stiamo vedendo ce ne passa.”

“Non è la prima volta che succede con l’Eurolega, dove i giocatori spesso sono la parte in causa meno rilevante nel prendere le decisioni.”

Fonte: abc.es.

Commenta