Alessandro Pajola sulla nuova Virtus Bologna: il talento c’è, la profondità pure

Alessandro Pajola sulla nuova Virtus Bologna: il talento c’è, la profondità pure

Pajola debutterà in Euroleague dopo l'estate con la Nazionale

Alessandro Pajola, playmaker della Segafredo Virtus Bologna, è il protagonista sulle pagine del Corriere di Bologna in edicola oggi.

Tra gli argomenti trattati, le novità in arrivo nel gruppo di coach Scariolo.

“Conoscevo abbastanza Mickey, Bako lo ricordo in Final Four di Champions 2019. Di Lundgren ne parlava benissimo Daniel (Hackett) che era con lui al Cska. Ojeleye l’ho visto in tv. In generale mi sembrano ottimi acquisti, poi sappiamo che la stagione sarà massacrante e servirà l’aiuto di tutti. Ma il talento c’è, la profondità pure”.

In Azzurro con il compagno di squadra Nico Mannion.

“Abbiamo parlato molto. Io so bene i problemi molto pesanti che ha avuto lui l’anno scorso. L’ho visto lavorare bene, tonico, pronto per il tour de force che ci aspetta. Siamo giovani, aspettateci”.

Il rapporto con il CT Gianmarco Pozzecco.

“Dell’allenatore qualcosa sapevo, ma ho scoperto l’uomo. Sa farti lavorare duramente mantenendo il sorriso, per lui viene la persona prima del giocatore, e lo apprezzo tantissimo. Poi sul piano tecnico, da grande playmaker che è stato, ha sempre una parola, un consiglio, uno spunto su misura per me”.

 

Commenta