Alessandro Cappelletti: Credo nel percorso, ho la maturità giusta per la Serie A

Alessandro Cappelletti: Credo nel percorso, ho la maturità giusta per la Serie A

Alessandro Cappelletti, play della Tezenis Verona reduce da un convincente esordio stagionale in Serie A, si racconta a Piero Guerrini di Tuttosport

Alessandro Cappelletti, play della Tezenis Verona reduce da un convincente esordio stagionale in Serie A, si racconta a Piero Guerrini di Tuttosport.

SULL’ESORDIO

«Vittoria importante perché segnava il ritorno in A davanti al nostro pubblico e perché abbiamo un calendario infernale all’inizio. Personalmente lo vivo come un debutto: l’anno con la Virtus Bologna nel 2018/19 è stato un assaggio e tra il 2012 e il 2014 con Siena ero aggregato dalle giovanili. Sono molto contento».

SUL PASSATO

«Parto dalla fine. Quando mi infortunai per la terza volta ed ero pieno di dubbi e paura che fosse finita, una persona che purtroppo non c’è più mi disse: “Vedrai, sarai il primo giocatore ad arrivare in A dopo tre gravi infortuni al ginocchio”. Quella frase mi è rimasta scolpita dentro, mi ha motivato. Volevo che avesse ragione, mi ha spinto a lavorare ancora di più per superare i limiti».

SUL MOMENTO DEL RITORNO IN A

«Ho sempre creduto nel percorso. E l’anno a Udine è stato importante, ho imparato molto. Direi che ho la maturità giusta».

Commenta