A Trieste coach Marco Legovich raggiunge quota 200

A Trieste coach Marco Legovich raggiunge quota 200

Le sei stagioni consecutive in panchina tra Serie A2 e Serie A consentono al coach triestino di tagliare un importante traguardo.

E’ cominciato tutto il 10 agosto 2015, quando un giovane ma già conosciuto allenatore ventiduenne di belle speranze riceveva una telefonata dalla principale società di pallacanestro triestina, con la proposta di affiancare in panchina Eugenio Dalmasson e Matteo Praticò. Per Marco Legovich l’esordio avvenne meno di due mesi dopo in Serie A2, per tre stagioni culminate con la finale playoff nel 2016/2017 e la promozione in Serie A nella stagione successiva, con la terza stagione nel massimo campionato appena iniziata.

Ringraziando i colleghi triestini Alessando Asta e Matteo Zanini, l’amico Riccardo Zocchi e alcuni dei coach contattati per l’indispensabile supporto, è stata realizzata la classifica delle presenze in panchina dalla stagione 1975/1976 fino appunto alla prossima gara, che metterà di fronte Trieste e Varese per la dodicesima del campionato 2020/2021, consentendo a Lego di raggiungere l’importante traguardo. Sono state catalogate 1.547 gare percorrendo 46 stagioni dalla serie B2 fino alla A, attraverso campionati, playoff, playout, Coppa Italia e Supercoppa. Una classifica di presenze di 37 tra capi allenatore ed assistenti che vede primeggiare Furio Steffè, con Eugenio Dalmasson nella piazza d’onore in rapido avvicinamento e sul gradino più basso del podio Matteo Praticò, fresco neoallenatore della Falconstar Monfalcone in Serie B.

“Trovarmi in mezzo a tanti nomi importanti per la storia cestistica triestina da un lato mi fa sorridere perché 200 panchine sono tante a soli 28 anni, dall’altro è un motivo di orgoglio averle ottenute con la squadra della mia città. La partita più bella in assoluto è stata certamente Gara 3 della finale playoff del 2018, ma uno dei momenti cui sono più legato è la fase finale della stagione 2018/2019, quando dopo i noti fatti relativi all’allora proprietario il gruppo si è compattato e la città ha risposto in maniera eccezionale, stando vicina alla squadra con un affetto così grande che mi emoziono ancora oggi al solo pensiero. Il legame con la squadra è cresciuto progressivamente, le presenze alle partite sono più che raddoppiate ed è stato bellissimo vedere quale sia stata la risposta della città a quel lavoro che, collettivamente come società, siamo riusciti a fare mattone dopo mattone.

Ho imparato che in caso di incomprensioni con i giocatori, anche solo tecniche, il dialogo funziona sempre e non bisogna mai sottovalutare nulla e non bisogna mai lasciare nulla in sospeso. I veri protagonisti sono i giocatori, sono loro che vivono la gara dal campo e la loro visione può solo arricchirmi: sfrutto sempre questi spunti per migliorarmi e contemporaneamente per costruire con loro un rapporto umano.”

“I miei ringraziamenti vanno in particolare a tre allenatori che sono stati e sono tuttora fondamentali per il mio lavoro e la mia crescita professionale: Luca Daris, Guido Scabini ed Eugenio Dalmasson.”

La classifica delle panchine della Pallacanestro Trieste (dal 05/10/1975 al 03/01/2021):

  • 1 – Furio Steffè – 422 presenze
  • 2 – Eugenio Dalmasson – 370
  • 3 – Matteo Praticò – 331
  • 4 – Bogdan Tanjević / Matteo Boniciolli / Alessandro Guidi – 297
  • 7 – Cesare Pancotto – 209
  • 8 – MARCO LEGOVICH – 200
  • 9 – Gianluca Varesano – 189
  • 10 – Gianfranco Lombardi – 159
  • 11 – Franco Pozzecco – 154
  • 12 – Pino Masala / Sergio Palombita – 118
  • 14 – Mauro Trani – 113
  • 15 – David Sussi – 98
  • 16 – Roger Zovatto – 90
  • 17 – Luca Banchi – 72
  • 18 – Stefano Comuzzo – 71
  • 19 – Mauro Stoch – 68
  • 20 – Massimo Bernardi / Alessio Scala – 66
  • 22 – Mario De Sisti – 60
  • 23 – Virginio Bernardi – 50
  • 24 – Giulio Iellini – 40
  • 25 – Romano Marini / Calogero Messina – 39
  • 27 – Gianni Pituzzi – 36
  • 28 – Alberto Petazzi – 31
  • 29 – Rudy D’Amico – 30
  • 30 – Bill Paterno – 28
  • 31 – Santi Puglisi – 24
  • 32 – Nicola Porcelli – 22
  • 33 – Piero Pasini – 20
  • 34 – Franco Ciani – 18
  • 35 – Alessandro Cittadini – 10
  • 36 – Alberto Mazzetti – 9
  • 37 – Ferruccio Mengucci – 6

Commenta