A Treviso il secondo debutto di TLC, Coach Fioretti: Attenzione al loro pick and roll

Credit: Ciamillo & Castoria
Credit: Ciamillo & Castoria

Luwawu-Cabarrot contro il Fenerbahce ha realizzato 15 punti con 3 assist e 3 recuperi

Dopo una settimana complicata in EuroLeague, l’Olimpia torna a giocare in campionato, questa volta a Treviso, quarta trasferta stagionale in Italia dove il bilancio esterno è di 2-1 con successi a Scafati e Pesaro, sconfitta a Venezia. L’Olimpia è in possesso del secondo posto solitario in Serie A, con un record di 6-1 alla vigilia di due gare esterne consecutive, la prossima a Sassari seguirà quella europea di Vitoria. Al Palaverde, teatro di tante battaglie in passato, l’Olimpia si presenterà senza il suo playmaker Kevin Pangos, oltre alle altre assenze. Questo costringerà Coach Ettore Messina all’ennesimo aggiustamento del roster. I registi adesso sono Naz Mitrou-Long e Tommaso Baldasso con l’aggiunta di Devon Hall. Può debuttare nel campionato italiano Tim Luwawu-Cabarrot, che ha già esordito in EuroLeague e la sua seconda uscita è stata molto promettente. Treviso è una squadra coriacea soprattutto sul suo campo dove ha vinto le ultime due gare, contro Sassari e Brescia, avversarie di alto profilo.

NOTE – La partita Nutribullet Treviso- EA7 Emporio Armani Milano si gioca domenica 27 novembre alle ore 17:00 al Palaverde di Treviso, con diretta su Eleven.

GLI ARBITRI – Michele Rossi, Andrea Bongiorni, Gianluca Capotorto.

COACH MARIO FIORETTI – “Affrontiamo una squadra in netto miglioramento, che nelle ultime due partite in casa ha battuto Sassari e Brescia, grazie anche ad un fattore campo importante. Treviso sul perimetro presenta un mix di talento ed esperienza di prim’ordine, con Adrian Banks, Sokolowski e Iroegbu, per cui dovremo giocare un’eccellente partita difensiva sia a livello di squadra che individuale contro il loro pick and roll. Dovremo anche fare attenzione a lunghi versatili e atletici come Cooke, Sorokas e Jantunen”.

LA NUTRIBULLET TREVISO – Allenata da Marcelo Nicola, Treviso ha in Adrian Banks, alla nona stagione italiana con 4.244 punti segnati in carriera, il proprio giocatore di riferimento. Banks, lo scorso anno a Trieste, sta segnando 14.3 punti per gara con il 43.5% nel tiro da tre. Ike Iroegbu, playmaker americano di origini nigeriane (argento agli Africani del 2017), sta segnando 12.8 punti per gara, mentre il nazionale polacco Michal Sokolowski ne aggiunge 12.3 con 4.6 rimbalzi di media. I due lunghi sono il nazionale finlandese Mikael Jantunen (10.1 punti e 5.3 rimbalzi di media) e l’americano Derek Cooke (7.0 punti e 6.4 rimbalzi a partita). Nella rotazione hanno spazio il lituano Paulius Sorokas (7.7 punti e 4.4 rimbalzi per gara), il tiratore Alessandro Zanelli (6.4 punti per gara, 37.5% da tre) e l’estone Mikk Jurkatamm.

I PRECEDENTI VS. TREVISO – Tecnicamente la Treviso di oggi non è emanazione della vecchia Benetton per cui questa sarebbe solo la ottava partita tra le due società, la settima in campionato cui va aggiunto il quarto di finale di Supercoppa disputato a Bologna nel 2021. Considerandola però la legittima ereditiera della Benetton, si contano 77 precedenti con bilancio favorevole all’Olimpia 43-35, 28-8 a Milano, 14-27 a Treviso, 1-0 in campo neutro. Le squadre si sono incontrate anche in quattro serie di playoff. Nel 1988/89 la prima volta nei quarti di finale finì 2-0 Olimpia; nel 1998/99, ancora nei quarti vinse Treviso 3-0; nel 2004/05, semifinale, l’Olimpia vinse 3-2; l’anno dopo nei quarti il risultato venne invertito, 3-2 per Treviso. Negli ultimi tre anni il bilancio è di 6-1 per Milano, 5-1 in campionato.

LA TREVISO CONNECTION – Ettore Messina ha allenato a Treviso per tre anni, ai tempi della Benetton, vincendo uno scudetto e raggiungendo una finale di EuroLeague nel 2003, sconfitta contro il Barcellona in trasferta. La squadra attuale ha ereditato il ruolo della Pallacanestro Treviso pur essendo un club completamente nuovo. Davide Alviti ha contribuito a portare Treviso in Serie A quattro anni fa e poi ha giocato proprio a Treviso nel suo primo anno completo nel massimo campionato.

GAME NOTES – Nicolò Melli è ancora al comando nella classifica del tiro da tre con il 55.6%. Brandon Davies è quinto nei falli subiti con 5.0 per partita. Devon Hall è 14/15 dalla lunetta, 93.3%.

Commenta