34 punti e 41 di valutazione, i record di Shields nel giorno più importante

34 punti e 41 di valutazione, i record di Shields nel giorno più importante

Shavon Shields è entrato nella storia dell’Olimpia, quella dei “Clutch Players”

Shavon Shields è entrato nella storia dell’Olimpia, quella dei “Clutch Players”. Nella partita più importante a livello europeo dal 1997 quando Lubiana espugnò il Mediolanum Forum privando l’Olimpia delle Final Four di Roma, in Gara 5, Shavon Shields ha stabilito il record carriera di 34 punti, quello della valutazione con 41 e ha subito ritoccato il primato stabilito in Gara 4 di tiri liberi segnati (11 contro 10). I suoi 34 punti rappresentano la terza miglior prestazione realizzativa di un giocatore dell’Olimpia in EuroLeague dopo i 36 segnati da Samardo Samuels nel 2015 a Nizhny Novgorod e i 35 di Mike James nel 2019 a Madrid. Il 41 di valutazione è invece la seconda prova di sempre dopo il 47 di Samuels in quella stessa gara. Shields si è insediato davanti a Sergio Rodriguez e Mike James che vantano un 37. Il precedente primato di punti di Shields era di 26 segnati quest’anno a Mosca contro il Khimki, una notte da 10/11 dal campo. Poi ne aveva segnati anche 23 contro lo Zalgiris a Kaunas.

Shields ha avuto la miglior stagione statistica della sua carriera segnando 13.9 punti di media con il 43.3% nel tiro da tre. Ma nella serie contro il Bayern è salito di livello passando a 16.4 punti per gara. E anche se le percentuali sono scese in una battaglia durissima, con poco spazio per tutti, Shields si è procurato 5.0 falli di media e dalla lunetta ha fatto 28/31. Alla fine, è stato il quarto realizzatore dei playoff con 16.8 di media, secondo solo a Cory Higgins del Barcellona per tiri liberi segnati e procurati.

Commenta