Walter De Raffaele: “Scudetto frutto di tanto lavoro e sacrificio”

Foto Ciamillo-Castoria

Foto Ciamillo-Castoria

Il messaggio di De Raffaele sui social media dopo la vittoria dello scudetto

Walter De Raffaele ha pubblicato un messaggio di ringraziamenti su Instagram dopo la vittoria dello scudetto come allenatore della Reyer Venezia.

“Che dire, GRAZIE, grazie a tutti! Ai miei fantastici giocatori nonché grandissime persone che hanno formato un gruppo splendido”, ha scritto De Raffaele. “Ai miei collaboratori, lo staff tecnico e lo staff medico, grazie a due che sono più che collaboratori: Gianluca e Alberto, grazie a Renzo perché nonostante ci abbia massacrato tutto l’anno, la squadra non ha corso mai come in gara 7. Grazie a tutti quelli che hanno lavorato intorno a noi e che sono molti, a Neddo, Stefano e Oscar che si vedono meno. Grazie a voi fantastico pubblico che ci avete trascinato e spinto, siete stati il nostro sesto uomo in campo, siete e sarete sempre nel mio cuore! Ma sopratutto grazie a Federico e Luigi, due professionisti indiscutibili, due Persone speciali che sono nel mio cuore e dai quali ho imparato molto. Grazie a quelli che ci sono sempre stati nei momenti difficili, alla mia famiglia qui presente e la mia famiglia a casa a Livorno che mi ha sostenuto sempre. Un pensiero speciale a mia Mamma e a mio Papà, se sono quello che sono lo devo a loro. E una dedica a mio moglie Francesca, l’altra me. Dobbiamo godere di questa epoca straordinaria e come ho detto questo capolavoro perché non si sa se torneranno questi momenti ma dobbiamo tenerceli in mente e sapere che bisogna vedere il bene nelle cose, perché c’è tanto bene da fare, da distribuire e perché vedere il bene nelle cose aiuta a vivere meglio e credo che sia la lezione migliore che si possa imparare. Alla fine credo che facciano molto più rumore i fatti che non le parole. Questo scudetto è per tutti voi, per chi lo vuol sentirselo suo, per chi lo userà per avere motivazioni nell’inseguire i propri sogni, PERCHÈ QUESTO SCUDETTO È IL FRUTTO DEL LAVORO DI CHI HA AVUTO FEDE NELLE PROPRIE IDEE E VI È RIMASTO FEDELE NEL PROPRIO MODO DI LAVORARE CON UMILTÀ. Tanto lavoro, tanto sacrificio ma anche una soddisfazione enorme e indimenticabile, un capolavoro.”

Visualizza questo post su Instagram

Che dire, GRAZIE, grazie a tutti! Ai miei fantastici giocatori nonché grandissime persone che hanno formato un gruppo splendido. Ai miei collaboratori, lo staff tecnico e lo staff medico, grazie a due che sono più che collaboratori: Gianluca e Alberto, grazie a Renzo perché nonostante ci abbia massacrato tutto l’anno, la squadra non ha corso mai come in gara 7. Grazie a tutti quelli che hanno lavorato intorno a noi e che sono molti, a Neddo, Stefano e Oscar che si vedono meno. Grazie a voi fantastico pubblico che ci avete trascinato e spinto, siete stati il nostro sesto uomo in campo, siete e sarete sempre nel mio cuore! Ma sopratutto grazie a Federico e Luigi, due professionisti indiscutibili, due Persone speciali che sono nel mio cuore e dai quali ho imparato molto. Grazie a quelli che ci sono sempre stati nei momenti difficili, alla mia famiglia qui presente e la mia famiglia a casa a Livorno che mi ha sostenuto sempre. Un pensiero speciale a mia Mamma e a mio Papà, se sono quello che sono lo devo a loro. E una dedica a mio moglie Francesca, l’altra me. Dobbiamo godere di questa epoca straordinaria e come ho detto questo capolavoro perché non si sa se torneranno questi momenti ma dobbiamo tenerceli in mente e sapere che bisogna vedere il bene nelle cose, perché c’è tanto bene da fare, da distribuire e perché vedere il bene nelle cose aiuta a vivere meglio e credo che sia la lezione migliore che si possa imparare. Alla fine credo che facciano molto più rumore i fatti che non le parole. Questo scudetto è per tutti voi, per chi lo vuol sentirselo suo, per chi lo userà per avere motivazioni nell’inseguire i propri sogni, PERCHÈ QUESTO SCUDETTO È IL FRUTTO DEL LAVORO DI CHI HA AVUTO FEDE NELLE PROPRIE IDEE E VI È RIMASTO FEDELE NEL PROPRIO MODO DI LAVORARE CON UMILTÀ. Tanto lavoro, tanto sacrificio ma anche una soddisfazione enorme e indimenticabile, un capolavoro.

Un post condiviso da walter de raffaele (@walterderaffaele) in data:

Commenta