Vucinic: “Contento per il successo, non per la prestazione difensiva”

Vucinic: “Contento per il successo, non per la prestazione difensiva”

Il commento del coach serbo dopo la vittoria della Sidigas Avellino contro l'Anwil

“E’stata una vittoria importante, dopo il ko casalingo contro Bologna. Sapevamo sarebbe stata una partita difficile, perché l’Anwil è una squadra molto esperta e solida. Abbiamo tanti aspetti sui quali dover lavorare, in particolar modo la difesa. Sappiamo di essere sulla buona strada, anche se non lo dimostriamo. Durante commettiamo degli errori nella nostra metà campo, ma credo siamo molto vicini ad una svolta. Affronteremo il prossimo match a Brescia con molta carica emotiva, per quello successo nel finale sia con Cremona che con Bologna. Siamo soddisfatti della vittoria, ma ovviamente sappiamo che non abbiamo offerto una grande prestazione, soprattutto in difesa. In attacco abbiamo dovuto affrontare delle difese a zona per trenta minuti, quindi ci può stare di non essere sempre bellissimi da vedere, ma alla fine non abbiamo mai avuto problemi nel segnare. Abbiamo già provato a cambiare qualcosa, ma i risultati non sono stati all’altezza di quello che ci aspettavamo. Nichols? Demetris è un giocatore importante, fa tante cose che non appaiono nelle statistiche, ma offensivamente è un tiratore. Se il suo difensore non è chiamato ad aiutare, Nichols non può avere tantissimi tiri. Ma in questo modo crea molto spazio per gli altri, è una scelta della difesa avversaria: a Ludwisburg loro aiutavamo molto e infatti lui ha avuto diversi tiri aperti. Sykes? Parte dalla panchina perché riesce subito ad impattare quando entra nelle rotazioni. Ariel Filloy ha giocato due ottime partite nelle scorse uscite, stasera invece sia lui che Sykes hanno tirato non come loro solito. Può succedere, la mia fiducia nei loro confronti rimane molta. Le assenze? Non sono e non devono essere scusa. Spizzichini anche stasera ci ha dato un contributo importante, ma è ovvio che al momento i minutaggi possono essere alti perché le rotazioni non sono infinite e vogliamo provare a metterci la strada in discesa in Champions. Quando magari ciò accadrà, potremo cambiare qualcosa”.

Commenta