La Virtus ne regala 32 alla Fortitudo, il Derby 106 va alla Segafredo che vince 94-62

La Virtus ne regala 32 alla Fortitudo, il Derby 106 va alla Segafredo che vince 94-62

Weems da urlo, la Virtus schiaccia la Fortitudo senza pietà

A distanza di 10 anni dall’ultimo derby in massima serie, il Derby numero 106 tra Virtus Bologna e Fortitudo Bologna se lo aggiudica la squadra di coach Djordjevic e diventano così 60 i derby vinti dalla Virtus contro i 46 della Fortitudo. Assente per la Pompea il centro Ed Daniel, mentre la Segafredo è riuscita a recuperare Gaines (che era in dubbio) lasciando così fuori Marcos Delìa. Partita a senso unico fin dall’inizio, la Virtus già al termine del primo quarto era avanti di 11 lunghezze. Prestazione strabiliante di Weems, sostanzialmente perfetto: 32 punti, 9/11 da 2, 4/5 da tre e 2/2 dalla lunetta. Dopo aver toccato il massimo vantaggio di +34, la Virtus si aggiudica il derby 106 con il punteggio di 94 a 62.

Palla a due vinta dalla Virtus, ma il primo canestro della partita è di Sims che fa esplodere lo spicchio dei tifosi biancoblù. Teodosic pareggia i conti, poi Gamble e Weems con due schiacciate fanno 6-2. Il match si accende subito, Robertson si procura 3 liberi e accorcia subito le distanze. La Virtus parte letteralmente in sesta, Ricci arma la mano da oltre l’arco, Weems segna un jumper dalla media e Teodosic bissa il 16-7 a metà del primo quarto che obbliga Martino al time out. Aradori trova i suoi primi due punti e fa 16-9, ma Weems caldissimo spara e segna da tre il +10 per i bianconeri. Teodosic si prende l’ultimo tiro del quarto ma sbaglia, dopo la prima sirena il tabellone indica 22-11 per i bianconeri.

La tripla d i Markovic apre le danze nella seconda frazione, poi Hunter con un’acrobazia fa 27-11. I due liberi di Aradori e la tripla con spazio di Cinciarini fanno rientrare la Fortitudo di qualche punto (29-16) e Djordjevic decide di parlarne con i suoi. Decisamente bene la Virtus dopo il time out, 6-0 di parziale e forbice che si allarga a +19 per la Segafredo. Fantinelli prova a dare una scossa ai suoi, ma Gaines risponde immediatamente. Monologo Virtus nel primo tempo, al ventesimo 45-25.

Weems scalda la mano ad inizio terzo quarto con sei punti consecutivi, la tripla di Fantinelli e l’appoggio di Sims fanno 51-32. Weems continua a macinare punti, sembra inarrestabile, 11 consecutivi per lui in 4 minuti di terza frazione. La Fortitudo prova comunque a ricucire lo strappo tirando dalla lunga distanza e per un attimo rientra a -18, ma la Virtus macina punti con Hunter ed in un amen sale a +23 (65-42). La terza frazione termina con un 4-0 esterno che manda agli ultimi 10’ di gioco sul 65-49. Continua la prestazione perfetta di Weems, che tocca quota 30 a 5 minuti dalla sirena finale. La Virtus continua a macinare punti, senza mai togliere il piede dall’acceleratore e la Segafredo tocca il +29. Standing ovation per Weems che lascia il parquet. Garbage time anticipato, il match termina 94-62.

Commenta