Avellino in debito d’ossigeno, Venezia dilaga e vince 49-79

Avellino in debito d’ossigeno, Venezia dilaga e vince 49-79

La Reyer passeggia al Del Mauro contro una Sidigas incerottata

L’Umana Venezia riprende la corsa in campionato violando il parquet di una incerottata Avellino col punteggio di 49-79. Tutto facile per la squadra di coach De Raffaele che, dopo un primo quarto equilibrato, ha preso il largo nel secondo periodo, mettendo al sicuro il successo già all’intervallo (25-43). Arrivano due punti importanti per la Reyer, che arriva alla sosta con il settimo successo in campionato in otto partite, firmato dall’accoppiata Haynes (15 punti) – Watt (17 punti e 8 rimbalzi). Mastica amaro una Sidigas in affanno per le assenze di Nichols, Costello e Campogrande e che rimane a quota 10 punti in classifica.

Cronaca. L’inizio è all’insegna dell’equilibrio con Bramos che con cinque punti di fila firma il +4 Reyer (5-9) al 4′. Cole e Green rispondono per la Sidigas, ma Vidmar propizia il 10-16 Venezia che costringe Vucinic al time-out. L’inerzia sul parquet però non cambia e Watt dal post fissa il +10 al 7′ (10-20). In chiusura di parziale però Avellino riesce a contenere i danni con Cole e Filloy entrando nel secondo quarto sul 14-20. L’Umana fatica in attacco e De Raffaele si affida al minuto di sospensione per svegliare i suoi. Watt da una parte e Sykes dall’altra firmano il 19-22 al 12′, ma sotto canestro la Sidigas fatica a contenere i lunghi della Reyer. Tonut chiude un 7-0 di parziale in un minuto per i lagunari che volano nuovamente sul +9 (19-28). La difesa veneziana lascia le briciole all’attacco dei padroni di casa, con un ottimo Watt che da oltre l’arco fa volare l’Umana sul +15 (20-35) al 17′. Avellino segna con Cole il primo canestro dal campo dopo otto minuti di digiuno, ma la Reyer controlla senza difficoltà e con due triple di Haynes chiude i primi venti minuti sul 25-43.

Il playmaker ex Sassari sblocca le squadre dopo tre minuti senza canestri al rientro dell’intervallo e firma il +21 Umana (25-46). La Sidigas è spenta e De Nicolao permette alla Reyer di volare sul +25 (27-52). Vucinic prova a scuotere i suoi ma la reazione di Avellino non arriva. Gli irpini segnano con il contagocce e Venezia, seppur senza innestare le marce alte, chiude il terzo periodo sul 31-59. Non c’è partita e negli ultimi dieci minuti c’è giusto l’occasione per entrambi le squadre di arrotondare i tabellini personali. Finisce 49-79, Venezia vince col minimo sforzo.

Italy - LBA Serie A 2018-2019 - 25 Novembre 2018, 17:00
Scandone Avellino 49 79 Umana Reyer Venezia
Vai al boxscore

 

Commenta