Vendita Cantù: Gerasimenko prima accetta l’offerta degli americani ma poi rilancia

Vendita Cantù: Gerasimenko prima accetta l’offerta degli americani ma poi rilancia

Nel frattempo sarebbe arrivata sul tavolo di Popov anche l'offerta di un professionista svizzero in rappresentanza di un gruppo italiano

Secondo Il Corriere di Como, nella giornata di ieri Dmitry Gerasimenko aveva prima accettato l’offerta del gruppo americano salvo poi cambiare idea nel pomeriggio e rifiutare la seconda proposta, chiedendo più soldi.

Il gruppo americano-brianzolo a fine giornata però ha ribadito che non aumenterà l’offerta che era stata accettata.

Nel frattempo però, secondo La Provincia di Como, nella giornata di ieri sarebbe arrivata sul tavolo dell’AD Roman Popov  un’altra proposta da parte di un professionista svizzero in rappresentanza di un gruppo italiano.

Ora è tutto nelle mani di Dmitry Gerasimenko dato che né il gruppo svizzero né quello americano hanno intenzione di fare un’asta con gli americani che hanno posto come limite la giornata di oggi per avere una risposta definitiva.

Sono comunque ore decisive in casa Cantù che deve onorare delle scadenze  immediate ad iniziare dai lodi che bloccano il mercato di Cantù ed anche la possibilità di tesserare Nicola Brienza da head coach.

Commenta