Varese a quota 100. Battuta Prishtina, Avramovic e compagni volano ai quarti

Varese a quota 100. Battuta Prishtina, Avramovic e compagni volano ai quarti

56 punti nel primo tempo, con il 58% da tre i ragazzi di Attilio Caja avanzano in FIBA Europe Cup. E ora c'è Oostende

Dopo l’amarezza di Avellino, la Openjobmetis Varese trova riscatto e soddisfazione in Fiba Europe Cup. Battuto anche nella sfida il ritorno il Z Mobile Prishtina (100-84 il risultato finale) in una gara sempre condotta dai biancorossi. Che ora sfideranno il BC Oostende, con la gara di andata prevista in Belgio.

 

Vittoria bis e fac simile della gara di Prishtina. In una gara dove prevalgono gli attacchi più che le difese, i biancorossi segnano 56 punti nel primo tempo (33 nel primo quarto), con un eloquente 9/13 nel tiro da tre punti. Jean Salumu dà subito il suo apporto dalla panchina (11 punti, saranno 13 a fine gara), Thomas Scrubb è l’altro giocatore in doppia cifra già nel primo tempo.

 

Tutto facile? Non proprio, visto che nel secondo tempo gli ospiti iniziano con un parziale di 7-0 e, come all’andata, trovano un Dardan Berisha (24 punti, 9/19 dal campo) mai domo. Lui a guidare la sua squadra anche sotto la doppia cifra di svantaggio, coadiuvato da un Divine Myles indemoniato (20 punti e 9/15 dal campo). I tanti tifosi giunti dal Kossovo entrano in partita anche a Masnago, ma Varese è brava a ricacciar via Prishtina con quattro bombe consecutive. Prima Ronald Moore , poi Giancarlo Ferrero , infine un Aleksa Avramovic fondamentale anche nei recuperi (3) e negli assist (7). È festa grande, Varese torna al sorriso e accede ai quarti di finale.

 

[pb-game id=” 410501″]

Commenta