Una super Sassari rimonta Milano, agguanta l’overtime e vince ancora per il 2-0 nella serie

Una super Sassari rimonta Milano, agguanta l’overtime e vince ancora per il 2-0 nella serie

Gara spettacolare della Dinamo, gli Italiani guidati da Polonara sbancano ancora il Forum 112-101 con la rimonta ed il 14-0 in avvio di supplementare. Milano butta via il match nel finale ed è spalle al muro

Secondo atto della semifinale scudetto, al Forum di Assago l’Olimpia prova a rialzarsi dopo la sconfitta di gara 1 contro gli uomini di Pozzecco.

Di Micov prima e Cooley dopo i primi canestri della gara due di semifinale. Il Serbo si ripete per il 5-4 di casa, Sassari sorpassa con la grinta di Carter ed i primi punti da Smith ma Milano è lì, canestro di capitan Cinciarini. Brutte notizie per coach Pianigiani con due falli in rapida successione di Tarczewski, il pubblico si infervora per le chiamate arbitrali e con i liberi di Jack Cooley è +3 ospite a metà primo periodo. Vlado Micov è già in doppia cifra personale, Nunnally trova lo spazio giusto in penetrazione e con la sua giocata da 3 punti porta l’Olimpia sul 18-14, contro il centro della Dinamo avversario ostico sotto canestro. Pozzecco si vede fischiare un fallo tecnico, Polonara realizza e l’AX spreca gli ultimi secondi: 21-20 al termine di un nervoso e duro primo quarto.
Thomas schiaccia, Burns e James rispondono ma il lungo della nazionale arriva in un amen al terzo fallo, con la capolista costretta a schierare Brooks da 5. Mike James entra di prepotenza in partita con 7 punti lampo, Thomas riporta i suoi sul -6 ma Kuzminskas trova spazio in area realizzando il 35-27 del 13’. Achille Polonara in transizione porta a casa 6 punti in fila, il top scorer di Euroleague non si ferma più ma Sassari fa ruotare al meglio il pallone, con Spissu perfetto nei tempi del taglio. Mike James è irreale con la quarta tripla consecutiva che vale il +10, Pierre concretizza a rimbalzo d’attacco e le giocate di Stefano Gentile riavvicinano gli ospiti, 45-43 lo score con circa tre minuti sul cronometro. I due italiani del Banco si scatenano regalando il +5, Nedovic accorcia dall’arco e James con l’ennesima bomba (5/5 da 3 nel quarto) chiude il primo tempo, vantaggio casalingo 53-52.

Micov torna a segnare dopo l’ottimo primo quarto, Pierre inchioda in contropiede ma l’ex Cantù è letale, tripla del 58-55 che prova a scuotere l’Armani. Il lungo della Dinamo strappa il pallone a rimbalzo e pareggia con il libero supplementare, Nunnally va a segno da tre e Kaleb Tarczewski in tap-in scrive +5, commettendo però un (dubbio) terzo fallo dall’altra parte del campo in uno scontro con Cooley. Il centrone risponde al Serbo ma protesta e viene richiamato con un tecnico, Vlado Micov è il cuore dell’attacco Milanese e con l’aiuto di James Nunnally l’Olimpia torna sul +9, poco meno di metà terzo quarto da giocare. Dopo il timeout Sardo è Nedovic a siglare il 78-65 con due bombe consecutive, gli ospiti provano ad affidarsi ai punti dalla lunetta ma torna a segnare anche Mike James, con la specialità della casa che vale il +14. Pierre e Thomas provano a ridurre lo svantaggio, è 81-71 il punteggio a dieci minuti dalla fine del match.
Brooks schiaccia pescato alla perfezione da Nedovic, Polonara torna a segnare da lontano ma Mike James inventa l’ennesimo canestro, mette a sedere la difesa e piazza la sua settima tripla personale. Sassari non vuole arrendersi, Spissu e Polonara riportano la squadra a due possessi dopo il canestro di Nunnally ma l’Olimpia risponde bene, con Tarczewski a rimbalzo d’attacco. Gentile è un rebus in penetrazione, Nedovic butta via un pallone ma James recupera e stoppa il figlio d’arte, con la Dinamo sempre più vicina grazie ai punti degli Italiani, 92-89 al 36’. Mike James piazza un’altra tripla, gli ospiti appaiono stanchi e sprecano qualche occasione ma la gara è ancora lunga, con l’AX senza centri causa uscita per limite di falli. Milano non riesce a chiudere la partita, Sassari commette un letale fallo in attacco ma dall’altra parte l’Olimpia non punisce. Polonara in tap-in segna il -3, la tripla da 8 metri di James sfiora a malapena il ferro e alla Dinamo restano 15 secondi per provare a pareggiare la sfida: Pierre dimenticato nell’angolo pareggia a 9 secondi dalla fine, James rischia di perdere palla in penetrazione e a Nedovic non riesce l’ultimo tiro, sarà overtime dopo il 95 pari dei regolamentari.

Thomas dalla lunetta riporta Sassari avanti, Nedovic manca l’appoggio e Polonara da sotto fa la voce grossa per il +4, incrementato ulteriormente dalla tripla di Pierre del 7-0 con cui il Banco Sardegna apre il supplementare. Al rientro sul parquet dopo il timeout i campioni d’Italia perdono palla, Polonara continua a segnare mentre Milano è in confusione totale, sotto 95-106 a due minuti dal termine. Spissu sigilla il successo Sardo dall’arco, la squadra di Pianigiani non arriva più al ferro e solo dalla lunetta arrivano i primi punti bianco-rossi dell’extra time. La gara è sostanzialmente finita, Sassari compie l’impresa e vince ancora al Forum, 112-101 e sorprendente 2-0 nella semifinale scudetto contro Milano.
[pb-game id=”415907″]

Commenta