Turkoglu: Spero che la FIBA non continui con le finestre delle nazionali

Le parole del presidente della federazione turca auspica una soluzione

Hidayet Turkoglu, presidente della federazione Turca, ha parlato con AS del conflitto tra FIBA ed EuroLeague.

Ne riportiamo alcuni estratti:

“Esiste un evidente conflitto tra FIBA ​​ed EuroLeague, i nostri club hanno capito che è importante che il nostro paese partecipi sia alla Coppa del Mondo che ai  Giochi”

“Il mio rapporto con i club turchi di EuroLeague è buono, hanno capito la situazione e lasciano partire i giocatori per la nazionale. Comprendiamo che è difficile per loro, stanno facendo uno sforzo, giocano con i loro stranieri e fanno venire i turchi”

“Il nostro governo non è impegnato a chiamare i club per far venire i giocatori o cose del genere, supporta i club e la Federazione”

“Un giorno questa situazione dovrà cambiare. Almeno questo è quello che voglio. Questo è un conflitto tra FIBA ​​ed EuroLeague e questi scontri non fanno bene a nessuno. Capisco che per alcuni paesi, è bello avere la pallacanestro delle squadre nazionali durante l’anno, ma le grandi federazioni non ci guadagnano: Spagna, Turchia, Francia, Lituania, Serbia. I nostri migliori giocatori sono in EuroLeague o NBA. Non possono giocare nelle finestre. Ci colpisce nella vendita dei biglietti, ci colpisce con gli sponsor. Devono cercare il bene del basket europeo (FIBA ed Euroleague). Ora leggo che ci saranno 18 squadre in Euroleague, non vogliamo combattere contro i nostri club! Prima o poi vorrei trovare una soluzione e tornare a fare quello che facevamo: giocare d’estate e avere grandi tornei”

“Spero che la FIBA metta fine alle finestre”

Fonte: As.com.

Commenta