Trieste, l’incasso del match con Trento sarà devoluto alle popolazioni della Carnia

Trieste, l’incasso del match con Trento sarà devoluto alle popolazioni della Carnia

Lodevole iniziativa da parte della società triestina

L’incasso del match di Serie A1 di basket
Alma Pallacanestro Trieste – Dolomiti Energia Trentino, in programma
sabato 17 novembre a Trieste sarà devoluto alle popolazioni della
Carnia, con l’obiettivo di contribuire alla ricostruzione delle zone che
hanno subito i danni del maltempo, e sostenere progetti a vantaggio
della gente che vive in quelle terre.

Lo ha reso noto oggi l’Amministratore Delegato dell’Alma Pallacanestro
Trieste, Gianluca Mauro: “Abbiamo tutti visto le immagini della Carnia,
abbiamo sentito la disperazione di persone che amano profondamente la
loro terra, e si trovano oggi in forte difficoltà. Il mondo dello sport
non deve e non può restare in disparte: deve promuovere la solidarietà e
dare visibilità alle persone che hanno bisogno di aiuto. Sono persuaso
che nel momento della necessità le rivalità sportive e i campanili
passino in secondo piano: la gente friulana ha saputo anche in questa
occasione rialzarsi e rimboccarsi le maniche, e la nostra società vuole
essere al loro fianco e testimoniare il proprio impegno”.

L’iniziativa portata avanti dall’Alma Pallacanestro Trieste è supportata
anche dalla Curva: i tifosi sosterranno la società con l’obiettivo di
raccogliere fondi e far sentire la vicinanza e l’affetto alla gente
della Carnia. “Alma ha storicamente uno stretto rapporto con il corpo
della Protezione Civile, che in particolare in Friuli Venezia Giulia –
ha dichiarato ancora Gianluca Mauro – è un fiore all’occhiello per
coordinamento, bravura e impegno. Affideremo alla Protezione Civile
l’incasso, affinché lo destini a opere che sono urgenti e che possono
aiutare da subito la gente della Carnia. Ringrazio il Presidente Luigi
Scavone, che ancora una volta ha messo a disposizione la società per
un’iniziativa benefica, urgente e importante per il nostro territorio”.

Fonte: Alma Trieste.

Commenta