Treviso vince la Coppa Italia: 84-75 contro la Fortitudo Bologna

Treviso vince la Coppa Italia: 84-75 contro la Fortitudo Bologna

David Logan (19 punti, 6 assist) premiato come MVP. Prestazioni decisive da parte di Burnett e Tessitori. Hasbrouck produce un losing effort da 28 punti.

La De’Longhi Treviso fa sua la Coppa Italia di Serie A2 battendo la Lavoropiù Bologna per 84-75. Una vittoria nel segno della difesa, dell’aggressività ma anche del talento individuale, come nel caso di David Logan, autore di un’altra serata da protagonista, premiato come MVP della manifestazione e autore di 19 punti (5/7 dal campo, 7/7 ai liberi) e 6 assist nella finale (30 di valutazione). Contributi importanti anche da parte di Dominez Burnett (16 punti, 4 assist) e Amedeo Tessitori (15 punti, 5 rimbalzi, 2 assist, 2 stoppate). Alla Fortitudo non basta un Kenny Hasbrouck straripante nel terzo quarto e infine autore di 28 punti (7/17 dal campo, 9/9 ai liberi).

 

Il primo quarto non tradisce le aspettative in quanto a equilibrio e buone giocate. Rosselli e Leunen fanno da subito la voce grossa. Dall’altra parte, Logan si esibisce in due bei lampi: un ottimo assist per la tripla di Burnett e un comodo appoggio a canestro per il 17-15 Treviso (-3’15”). La Fortitudo esce bene dal timeout con un taglio di Pini imbeccato da Venuto e poi con Rosselli che s’invola a canestro per il controsorpasso (17-19, -2’25”). Treviso però non sta a guardare e chiude la frazione avanti nel punteggio (24-19) fra un jumper d’Imbrò, un’altra tripla di Burnett e un tap-in di Severini.

A inizio secondo quarto è il turno di Chillo: un suo canestro da tre e uno da sotto su assist di Logan portano la De’Longhi sulla doppia cifra di vantaggio (31-21, 7’55”). Mentre ad Alviti vengono fischiati tre falli in un amen, dall’altra parte c’è Hasbrouck che comincia a scaldare la mano e contribuisce a riportare sotto i suoi con un paio di triple: 33-29 Treviso, -5’08”. Da lì a poco la gara subisce una svolta in favore dei trevigiani, con un paio di decisioni arbitrali che innervosiscono non poco la Fortitudo (due falli tecnici fischiati durante gli ultimi tre minuti). Treviso – che mantiene sempre percentuali di tiro alte – non perdona nulla: Imbrò, Burnett e Lombardi producono un parziale di 12-0. Si va poi negli spogliatoi sul 51-37 Treviso.

Bologna torna in campo mostrando buona grinta e, pur dovendo scontare il quarto fallo di Rosselli, rosicchia punti azione dopo azione. Hasbrouck – davvero incontenibile nel terzo quarto – riporta l’Aquila a due possessi pieni di distanza con un 3/3 ai liberi (57-51, -6’39”) ma dall’altra parte c’è Logan che risponde per le rime: una sua tripla e un grande assist per Tessitori portano Treviso sul +9 in un batter d’occhi (62-51, -5’53”). La frazione si chiude sul 66-59 Treviso, con Hasbrouck (13 punti nel quarto) che accorcia le distanze inventando un canestro durante le ultime battute.

Intorno alla metà dell’ultima frazione, la Fortitudo si porta nuovamente a due possessi di distanza: Venuto infila una tripla dall’angolo sinistro, poi Burnett concretizza una seconda opportunità con un canestro in penetrazione, poi ancora è Venuto a lanciare Leunen in contropiede per la schiacciata del -4 (74-70, -5’11”). La seconda metà del quarto è di pura tensione: i decibel si alzano, le percentuali si abbassano. Per circa tre minuti e mezzo, Bologna non segna affatto mentre Treviso lo fa solo a cronometro fermo. A spezzare il digiuno fortitudino ci pensa Rosselli con una tripla, seguito trenta secondi dopo da un 2/3 ai liberi di Venuto a 1’03” dalla fine: 78-75 Treviso. Gli sforzi della Effe però non riusciranno ad andare oltre: Tessitori premia un assist di Lombardi con una schiacciata, Hasbrouck fallisce la tripla del potenziale -2 e Logan, mandato in lunetta, non sbaglia: è 82-75 con 26.6 secondi da giocare. Il tentativo da tre di Leunen viene sputato dal ferro e Logan dalla lunetta fissa il punteggio sul 84-75.

 

LAVOROPIU’ BOLOGNA – DE’LONGHI TREVISO 75-84 (19-24, 18-27; 22-15, 16-18)
BOLOGNA: Delfino 3, Sgorbati NE, Mancinelli 4, Benevelli, Leunen 12, Franco NE, Prunotto NE, Venuto 5, Rosselli 10, Fantinelli 6, Pini 7, Hasbrouck 28.
TREVISO: Tessitori 15, Logan 19, Burnett 16, Sarto NE, Alviti, Barbante NE, Imbrò 12, Chillo 7, Uglietti 2, Severini 4, Lombardi 9.

Commenta