Treviso la spunta su Bergamo, 82-79

Treviso la spunta su Bergamo, 82-79

Treviso raggiunge la Fortitudo Bologna in finale di Coppa Italia. David Logan top scorer della De'Longhi con 21 punti (6/11 da tre)

La De’Longhi Treviso raggiunge la Fortitudo Bologna in finale di Coppa Italia dopo aver battuto Bergamo per 82-79. Per Treviso: David Logan nuovamente autore di una prova balistica di livello (6/11 da tre), Dominez Burnett (16 punti) autore di una zampata decisiva nel finale, Amedeo Tessitori un fattore in tanti modi (16 punti, 7 rimbalzi, 5 assist, 2 stoppate), Eric Lombardi con rimbalzi in doppia cifra (13). A Bergamo non basta la doppia-doppia di Terrence Roderick (22 punti, 11 rimbalzi, 3 recuperi, 2 assist).

 

Dopo un primo quarto equilibrato nel punteggio (15-14 per Bergamo), è Treviso a fare la partita nella frazione successiva. A metà quarto, Logan trova le prime due triple della sua gara (26-17, -5’38”). I lombardi però non ci stanno e si rifanno sotto grazie ad alcune iniziative dei suoi americani: due liberi di Roderick riportano Bergamo a un possesso di distanza (29-27, -3’23”). Nel finale però sale in cattedra Tessitori, autore di punti preziosi e, poi, di un assist per il 38-31 firmato da Burnett (-1’30”). L’americano è poi anche l’autore del canestro che fissa il punteggio di fine primo tempo sul 40-31 per Treviso.

Che in quel momento la piega della partita sia favorevole a Treviso, lo si vede anche all’inizio del terzo quarto, coi canestri del duo americano e poi uno di Lombardi da sotto che portano a un nuovo massimo vantaggio (49-35, -7’24”). La reazione di Bergamo però non si fa attendere troppo e un paio di spunti di Taylor nel finale riportano i suoi sotto la doppia cifra di svantaggio, salvo poi veder Treviso chiudere la frazione sul 64-53 grazie a una bomba di Logan.

Bergamo apre il quarto finale con un 8-0 firmato Taylor-Zucca e l’andamento degli ultimi dieci minuti saranno sempre all’insegna dell’equilibrio. Superata la metà del quarto, Treviso allunga sul +12 con canestri di Logan, Burnett e Tessitori ma resta completamente a secco di punti dal campo durante gli ultimi tre minuti di gioco. Durante l’ultimo giro di lancette, Bergamo si avvicina sempre più pericolosamente. A 29” dalla fine, Roderick segna due liberi, Treviso poi perde palla sulla rimessa e, nel possesso successivo, Roderick infila il jumper del -2 (81-79, -20”). Bergamo deve far fallo, il bonus è lontano e in più Taylor perde secondi preziosi. Infine Burnett viene mandato in lunetta con 5.6 secondi sul cronometro: sbaglia il primo e segna il secondo. Sull’ultimo possesso di Bergamo, Burnett mette la parola ‘fine’ alla gara intercettando la rimessa avversaria: vince Treviso, 82-79.

 

DE’LONGHI TREVISO – BERGAMO 82-79 (14-15, 26-16; 24-22, 18-26)
TREVISO: Tessitori 16, Logan 21, Burnett 16, Sarto NE, Alviti 7, Barbante NE, Imbrò 2, Chillo 5, Uglietti 3, Severini 4, Lombardi 8.
BERGAMO: Augeri NE, Casella 8, Roderick 22, Bedini NE, Taylor 17, Fattori 15, Zucca 3, Piccoli NE, Sergio 6, Marelli NE, Benvenuti 6, Zugno 2.

Commenta