Ultimi possessi fatali alla Vanoli, Trento passa nel finale

Ultimi possessi fatali alla Vanoli, Trento passa nel finale

Decisiva la differenza di percentuale dalla lunetta tra le due squadre

Vanoli Cremona – Dolomiti Energia Trento: 84-89

CREMONA – 20/24 dalla lunetta per Trento contro il 23/36 della Vanoli, è risultato il fattore determinante ai fini del risultato finale. Qualche pallone in più perso da Trento, anche una decina di rimbalzi in più, hanno consentito agli ospiti di giocare qualche possesso in più rispetto alla formazione di casa, nell’ambito della quale ha spiccato ancora una volta la prestazione di Mathiang.

Malgrado tutte cifre citate sopra a favore dei bianconeri, nell’ultimo quarto la partita sembrava avere preso la strada per Cremona, in vantaggio fino ad un centinaio di secondi dalla fine: la mano fredda del rientrante Hogue dalla lunetta, e la mancina torrida di Flaccadori dall’angolo, a conferma di una mentalità particolarmente vincente dei bianconeri, oltre alla prestazione immacolata di Craft, ha consentito a Trento di ritornare al successo dopo due sconfitte consecutive.

1° QUARTO

Avvio di gara complicato per la Vanoli, al quarto fallo dopo due minuti e mezzo di gioco. Particolarmente Diener, incappa in un insolito frangente storto; torna in panchina al 6’, contrariatissimo verso sé stesso.

Già al 6’ di gioco, i punti realizzati in area, sono 4-12 a favore dell’Aquila.

Ricci sigla dall’arco il primo vantaggio Vanoli: 17-16 al 7’.

Punto a punto fino al 21-20 del 10’.

2° QUARTO

Marble è incontenibile per la difesa di casa, orfana di Crawford, e sprovvista di un giocatore dalla taglia fisica adeguata: la guardia bianconera, al 16’, mette a segno il punto personale numero 15, per il massimo vantaggio ospite: 30-37. Trento padrona del campo. Time-out Sacchetti, che prova la soluzione del doppio playmaker in campo.

2/2 da tre punti, nel finale di tempo, realizzato da Craft, per il 40-44 che accompagna le due formazioni al riposo.

3° QUARTO

In avvio di ripresa, Gomes raggiunge il record negativo di 0/4 dal campo; la Vanoli va a segno due volte, e, per coach Buscaglia, dopo due minuti di gioco, è già ora di richiamare la squadra a bordo campo.

Ma la tendenza di atteggiamento, pare essersi invertita e, al 23’, tripla di Stojanovic per il 47-46.

Reazione Trento: al 25’, pareggia Mian, con la tripla del 51-51.

Flaccadori appoggia il 51-53; time-out Sacchetti.

Tripla+appoggio di Ricci: 55-53 al 27’.

Superlativo canestro in percussione di Flaccadori: 55-57 al 28’.

Tripla clamorosa di Ricci; risponde Flaccadori. La schiacciata di Demps sulla sirena del 30’, per il 62-60.

4° QUARTO

Alley-oop Ruzzier-Mathiang, tripla di Ruzzier: 67-60 al 31’.

Tre minuti per il pareggio ospite: Flaccadori, Hogue, Pascolo; 69-69 al 34’.

76-72 al 35’.

36’, pareggio trentino.

Ruzzier per il vantaggio Vanoli: 80-76 al 37’.

Primo canestro della gara di Gomes: 80-79.

Ruzzier dalla lunetta; Pascolo pure: 81 pari al 37’.

Rimbalzo offensivo, trasformato da Mathiang: 83-81 al 38’.

Tripla di Flaccadori dall’angolo e Craft in sottomano da palla persa da Diener: 83-86 al 39’. Time-out Sacchetti.

Flaccadori in lunetta: 1/2, 84-87.

A 7’’ dalla sirena, Saunders perde palla sullo scarico per la tripla del tentativo di pareggio.

2/2 di Craft dalla lunetta per il finale 84-89.

 

[pb-game id=”399114″]

Commenta