Torino: la segnalazione dell’Agenzia delle Entrate nasce dalla richiesta di chiarimenti di Leonis?

Torino: la segnalazione dell’Agenzia delle Entrate nasce dalla richiesta di chiarimenti di Leonis?

I pagamenti Inps e Irpef sono stati effettuati violando le regole in ben cinque casi da marzo 2018 a febbraio 2019. anziché pagare i tributi Inps e Irpef direttamente, Forni ed i suoi collaboratori hanno pensato di pagare in compensazione con crediti di società terze. Non consentito.

Come scrive Tuttosport in un articolo a firma Piero Guerrini, la segnalazione dell’Agenzia delle Entrate in merito alla Fiat Torino è chiarissima e non giunge in ritardo.

E probabilmente nasce dalla richiesta di chiarimento effettuata dal gruppo Leonis durante la trattativa per l’acquisizione della società da Antonio Forni.

I pagamenti Inps e Irpef sono stati effettuati violando le regole in ben cinque casi da marzo 2018 a febbraio 2019.

Aggiunge Tuttosport, anziché pagare i tributi Inps e Irpef direttamente, Forni ed i suoi collaboratori hanno pensato di pagare in compensazione con crediti di società terze. Non consentito. La cifra complessiva è di un milione di euro, cui si dovranno aggiungere le sanzioni pecuniarie.

A tutto questo si aggiunge poi la Procura della Repubblica di Torino che ha aperto una inchiesta, al momento senza indagati. Qualora fosse verificata l’eventuale irregolarità (falsità, non copertura) dei crediti stessi, rischierebbero pareggio i legali rappresentanti del club, cioè lo stesso Antonio Forni all’epoca.

Commenta