Torino in A, Sardara: “Non ho messo il naso nel ranking”

Torino in A, Sardara: “Non ho messo il naso nel ranking”

Il proprietario dei piemontesi: “I criteri sono più o meno quelli in uso nelle competizioni europee”.

Fa discutere la scelta della Legabasket di indicare in Torino la diciottesima squadra per il prossimo campionato. Se da un lato c’è l’attacco di Ravenna, dall’altro la risposta del patron di Torino Stefano Sardara, dalle colonne de la Gazzetta dello Sport.

“Non ho messo il naso nel ranking,­ e mi sono tirato fuori anche dalla di­scussione sul campionato a 16 o 18 squadre per una questione deontologica. Il presidente Gandini ha illustrato i criteri e sono più o meno quelli in uso nelle competizioni europee. To­rino in A è una bella notizia, frutto di un lavoro di ricostruzione che ha permesso la risali­ta in 11 mesi. È il successo di tut­ti: della parte sportiva, di quella aziendale che ha generato un club sano e strutturato, dei tifosi e delle istituzioni di cui noi sia­mo stati un consulente. Per la cessione abbiamo diverse opzioni: l’importante è garantire la sostenibilità del club”, ha detto Sardara.

Fonte: Gazzetta dello Sport.

Commenta