Tessitori: ‘Essere qui sensazione unica, giocare con e contro questi campioni una grande occasione’

Tessitori: ‘Essere qui sensazione unica, giocare con e contro questi campioni una grande occasione’

Il centro dell'Italbasket parla alla stampa dopo l'allenamento

A fine allenamento, nel giorno prima di Italia vs Angola, Amedeo Tessitori ha parlato della sua esperienza mondiale: “Due mesi fa questo era un sogno, sono contento di poterlo vivere adesso e sono abbastanza contento della mia gara di ieri. Devo sicuramente migliorare la gestione dei falli capendo prima il metro arbitrale, con tre falli in un minuto e mezzo. Successivamente ho trovato la concentrazione giusta aiutando la squadra. La gara di domani sicuramente più fisica, una squadra atletica e con delle regole, cercheremo di reggere il colpo fisicamente togliendo loro le sicurezze. Moreira è sicuramente un lungo atletico con una buona mano, non grosso ma abile, dobbiamo essere bravi e mettergli pressione. Essere qui è una sensazione unica e mai provata, devo cercare di tenere sotto controllo le emozioni e restare concentrato, quando vengo chiamato in causa per dare un contributo immediato. Ho cercato di arrivare al primo raduno nella condizione migliore possibile, cercando di mettere in campo sempre tutto senza tirarsi mai indietro, con energia e voglia di fare. Giocare con e contro questi campioni aiuta la mia esperienza, prendo volentieri tutti i consigli possibili per migliorare il mio basket. A volte mi sento catapultato in una realtà così grande, sentendomi un pesce fuor d’acqua. Non ci sono pivot in Italia? Bhe io sono contento, altrimenti non sarei qui. In sostanza non sono neanche io tanto alto come i lunghi presenti in questa competizione, dall’alto dei miei 205cm senza scarpe. Cerco sempre di metterci un fallo in più, una spinta in più per meritarmi di essere qua. Più si tende a stare insieme e bene di squadra più diventa facile parlare in campo, per aiutare gli altri unendo le forze. La progressione c’è giustamente stata durante il ritiro, miglioriamo aiutandoci l’uno con l’altro”.

Commenta