Zurich Connect Supercoppa | Il Banco di Sardegna Sassari trionfa a Bari

Zurich Connect Supercoppa | Il Banco di Sardegna Sassari trionfa a Bari

Il Banco di Sardegna Sassari conquista all'Overtime la sua seconda Supercoppa Italia

Il Banco di Sardegna Sassari conquista all’Overtime la sua seconda Supercoppa Italia. Venezia rimonta dal -20 ma si deve arrendere: una tripla di Michele Vitali a 42” segna il passo. 83-80 il finale.

Una grande finale per una grande Supercoppa in quel di Bari. Una gara che pare conclusa ad inizio terzo quarto (espulso già Daye nel primo) con il +20 della squadra di Gianmarco Pozzecco, e invece ecco la risposta promossa da Chappell.

In overtime una tripla di Michele Vitali scava il solco, i due liberi di Pierre dicono Sassari.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – UMANA REYER VENEZIA 83-80 (OT)

Dinamo Sassari Vitali 8, McLean 13, Gentile 6, Jerrells 19, Pierre 14, Devecchi ne, Bucarelli ne, Bilan 9 (6r), Spissu 3, Magro 2, Evans 9 (8r)

Reyer Venezia Filloy 13, Tonut 6, Chappell 19, Stone 3, De Nicolao 0, Daye 0, Pellegrino ne, Bramos 15 (7r), Watt 11 (7r), Cerella 2, Vidmar 11, Casarin ne.

Note 50%-51% da 2, 36%-32% da 3, 41-41 a rimbalzo, 13-14 palle perse

OVERTIME

Il primo canestro arriva dopo 2′: Michael Bramos era 0/5 da 3, da lì una giocata 2+1 e 2/2 dall’arco. 69-72 Venezia, ma a 2.50 arriva il suo quinto fallo. Michele Vitali trova la risposta a 2.08, Jeremy Chappell prova a riprendersi la scena con la giocata 2+1 del 74-77 a 1.56. Ma l’ex Cantù fa poi 1/2 dalla lunetta, Sassari va da McLean che in uno contro uno si prende il pari 78-78 a 78”, prima di trovare sull’arco Michele Vitali per il +3 a 42”. Chappell va da Watt per il -1 a 28”, Sassari non trova il canestro ma Stone perde il pallone sul rimbalzo difensivo e Pierre va in lunetta a 5”. L’ala fa 2/2, Venezia non costruisce l’ultimo tiro.

4° QUARTO

Ariel Filloy aveva segnato due soli punti in questa finale. Ne piazza 8 in 4′, e a 4.58 è 60-60. Bramos inizia a smuovere la retina con la tripla che risponde al +4 di Stefano Gentile a 1.47, e in un clamoroso finale Ariel Filloy si prende l’isolamento con la tripla del 67-69 a 40”, primo sorpasso veneziano del match. McLean trova il tap-in del 69-69, con una differenza di 6” sul cronometro è possesso per Venezia. Sassari ha due falli da spendere, e Venezia può andare fino in fondo. Filloy è ben contrastato, si va al supplementare.

3° QUARTO

Un canestro di Stefano Gentile, e un clamoroso contropiede, con 2+1 di Evans, permettono a Sassari di chiudere il terzo quarto sul 58-48.

Sì perchè la storia è cambiata, improvvisamente, proprio quando la squadra di Pozzecco, con una tripla di Spissu, diceva 44-24 dopo 20’’ di gioco. Da lì un parziale di 16-3 con Jeremy Chappell simbolo primo: 3/5 dall’arco per lui contro lo 0/11 di Venezia.

2° QUARTO

Prosegue il tracollo veneziano e il dominio di Sassari. 41-24 dopo 20′ grazie al canestro sulla sirena di Bruno Cerella. 17 punti di Curtis Jerrells, 7+3 pet Gasper Vidmar. Reyer che tira 7/29 dal campo.

1° QUARTO

Subito 14-4 sassari con 6 punti di Pierre e Bilan, mentre Venezia non costruisce gioco e si arena allo 0/7 da 3, 0/3 per il solo Bramos. A 1.19 l’espulsione di Austin Daye: prima un antisportivo, quindi il flopping per un presunto sfondamento subito da Jamel McLean. A 1.16 Curtis Jerrells colpisce anche da 3 per il 20-6 di massimo vantaggio prima del 20-11 alla sirena. 5 di Vidmar, 6+2 per Miro Bilan, Venezia è 0/9 da 3.

Commenta