Stipcevic: “Aiutate chi scappa dalla guerra”

Stipcevic: “Aiutate chi scappa dalla guerra”

Il play croato della Fortitudo parla della sua idea di accoglienza in un’intervista al Corriere dello Sport: “Da bambino in Croazia ho vissuto quel dramma”.

Intervista cn argomenti diversi dal solito per Rok Stipcevic, ex di giornata in Virtus Roma-Fortitudo Bologna di oggi pomeriggio. Sul Corriere dello Sport, infatti, il play croato ha parlato a lungo della sua idea di accoglienza.

“So come stavo e come mi sentivo quando ero piccolo: non avevo quasi nulla. Per questo, quando mi sveglio, sono grato per avere accanto a me mia moglie e mia figlia Siena di 3 anni e mezzo, ma non voglio ricordare cosa è successo: mi farebbe troppo male. In Italia ci sono tanti stranieri che lavorano e sono ben accetti, ma si deve comunque essere sempre consapevoli che dobbiamo aiutare gli altri. I miei genitori mi avevano mandato sei mesi in Slovenia durante la guerra, perché erano preoccupati della situazione, e lì tutti mi hanno accettato e aiutato. Il mondo è uno, ognuno di noi vive qui: per questo bisogna aiutare le persone che ne hanno bisogno, perché a volte la gente non ha alcuna altra scelta. Se si spendono miliardi per andare sulla luna, allora si potrebbe spendere qualcosa anche per dare un abbraccio a chi non ha un tetto sulla testa”.

Fonte: Corriere dello Sport.

Commenta