Simone Pianigiani: E’ il momento di dare tutto. Con entusiasmo e maturità

Simone Pianigiani: E’ il momento di dare tutto. Con entusiasmo e maturità

Le parole del coach di Milano sulla sfida contro l'Olympiacos

L’Olimpia si è allenata sul parquet del Mediolanum Forum in vista della supersfida di giovedì contro l’Olympiacos Pireo (ore 20.45). Tutti disponibili: James Nunnally è rientrato dagli Stati Uniti regolarmente, Curtis Jerrells ha recuperato dal problema al ginocchio destro rimediato a Mosca e ha consigliato il suo stop precauzionale nella gara di Reggio Emilia. “Ormai sappiamo cosa ci aspetta da qui alla fine della regular season: giochiamo contro le migliori in casa e fuori. Non facciamo calcoli – dice il Coach Simone Pianigiani – ma vogliamo provarci e giocare davanti al nostro pubblico tre grandi partite. È il momento di dare il meglio, di fare il massimo e finire bene la regular season. Sappiamo che calendario alla mano nessuno ci pronostica nei playoff, ma finora abbiamo sovvertito tanti pronostici. Quello con l’Olympiacos non è uno spareggio perché il loro calendario è talemnte buono che potrebbero finire con una striscia di vittorie e qualificarsi comunque senza patemi”.


L’Olympiacos è reduce da una vittoria in campionato contro il Lavrio. “Loro hanno esperienza e un nucleo di giocatori greci che rappresentano il cuore della squadra e anche in un annata di cambiamenti ed equilibri diversi in queste gare si affideranno ai loro elementi storici, Spanoulis, Printezis, Papanikolau, Mantzaris ma includo anche Milutinov. Sono abituati a giocare questo tipo di partite e a farlo anche fuori casa, per cui dovremo fare una partita di maturita e alto livello ma senza assalirli a testa bassa, perché loro saranno equilibrati e calmi, non si faranno mai prendere dal panico”, dice l’allenatore dell’Olimpia che poi analizza la sua squadra. “Ripartiremo dalle grande atomosfera delle ultime gare, dalla grande spinta che ci verrà dal nostro pubblico, ma dovremo essere molto solidi quando la loro difesa proverà a stritolarci ed essere pronti a sfruttare i momenti migliori, quando riusciremo ad essere belli ed efficaci. I numeri dicono che siamo tra i migliori nella produzione offensiva ma non è che succeda per caso o perché abbiamo giocatori di talento, come peraltro in EuroLeague hanno tutti, succede perché abbiamo lavorato duro, con la grande disponibilità dei giocatori per creare le giuste spaziature, riempire bene le corsie quando andiamo in transizione e creare buoni tir. Tutto questo dovremo farlo all’ennesima potenza contro l’Olympiacos. Servirà una partita di alto livello sulle ali di un entusiasmo che dovrà essere maturo, per restare in corsa e fare un altro passo avanti e crescere verso il futuro come dovrà esere in ogni restante partita”.

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano.

Commenta