Si separano le strade della Virtus Arechi Salerno e di coach Orlando Menduto

Il tecnico battipagliese non è più il capo-allenatore della Virtus Arechi Salerno

Anche le favole più emozionanti hanno una fine, ma quest’ultima non offusca di certo il fascino che l’intreccio di una narrazione ha saputo riservare a tutti coloro i quali – di quella medesima favola – sono stati testimoni.


Era l’11 marzo 2018 e a fare il suo esordio sulla panchina della Virtus Arechi Salerno- tra le mura amiche del PalaSilvestri – c’era il tecnico battipagliese Orlando Menduto, volenteroso di riaccendere a suon di risultati la passione di una piazza tornata a respirare pallacanestro grazie all’impegno del patron Nello Renzullo.

Esordio da ricordare per il tecnico della Virtus (con i padroni di casa bravi ad imporsi con un perentorio 112-44 ai danni del fanalino di coda Isernia), capace di dare continuità a quel perentorio battesimo facendo registrare, nella sua esperienza di capo-allenatore, trentanove vittorie a fronte di sedici sconfitte tra regular season, playoff e Coppa Italia LNP.

Predisposizione al sacrificio ed equilibrio in ambo le fasi di gioco: sono questi solo alcuni frammenti di eredità che Menduto ha saputo elargire a quella Salerno cestistica che ha pagato a caro prezzo un’ultima annata caratterizzata da tanti infortuni che hanno condizionato l’esito di una postseason vissuta, malgrado tutto, da protagonista.

Da parte della società Virtus Arechi Salerno – nella persona del presidente Renzullo e di tutti i componenti della famiglia blaugrana – un sentito ringraziamento ad Orlando Menduto per il lavoro svolto in questi quindici mesi ed un grosso in bocca al lupo per un prosieguo di carriera che saprà certamente regalare al tecnico innumerevoli gioie e soddisfazioni

Fonte: Ufficio stampa Salerno.

Commenta