Serie A, il quintetto ideale della terza giornata

Serie A, il quintetto ideale della terza giornata

I cinque: Nikolic, Teodosic, Banks, Scola e Jefferson

Aleksej Nikolic, De’Longhi Treviso: prima vittoria stagionale per la squadra neopromossa. E tanto del merito va a Nikolic capace di chiudere con 15 punti in 28 minuti. Per il play 1 su 1 da due, 2 su 4 da tre, 7 su 8 dalla lunetta, 2 rimbalzi, 5 assist, 4 recuperi e ben 11 falli subiti per 31 di valutazione.

Milos Teodosic, Virtus Segafredo Bologna: gioca una partita ufficiale dopo 10 mesi ma questo non gli impedisce di dominare contro i campioni in carica della Reyer Venezia. Il play serbo segna 22 punti in 21 minuti tirando con 3 su 3 da due, 4 su 6 da tre, 4 su 4 dalla lunetta con anche 1 rimbalzo, 7 assist e 27 di valutazione.

Adrian Banks, Happy Casa Brindisi: dominatore della giornata con il 42 di valutazione nella vittoria contro Brescia. Per la guardia USA 31 punti in 32 minuti con 1 su 3 da due, 5 su 7 dall’arco, 14 su 15 dalla lunetta, 5 rimbalzi, 6 assist.
Unica nota negativa le sei perse.

Luis Scola, AX Armani Exchange Milano: la prima in Italia del fenomeno argentino è un clinic. Scola chiude con 13 punti in 22 minuti tirando con 5 su 8 da due e 3 su 5 dalla lunetta. Per il vice campione del mondo anche 7 rimbalzi, 7 assist e 24 di valutazione.

 

Davon Jefferson, Virtus Roma: primo successo stagionale per Roma che batte la Vanoli Cremona con le giocate del duo Dyson-Jefferson.
Il lungo ex Cantù rimane in campo 30 minuti e chiude con 17 punti, 8 rimbalzi, 7 su 7 dal campo, 3 su 4 dalla lunetta, 3 assist e 26 di valutazione.

Commenta